Guide, Rfid Italia

5 tag Rfid che funzionano con il metallo

2 73

Alluminio, acciaio, ferro… I metalli sono uno degli incubi peggiori di chi vuole usare la tecnologia Rfid (Radio Frequency Identification) per tracciare merci, prodotti, beni di consumo. Perché quando c’è un metallo di mezzo, l’efficienza delle etichette Rfid cala radicalmente.
Le soluzioni però ci sono. Con una buona analisi del contesto ambientale, una buona capacità di progettazione del sistema e i tag giusti il problema è quasi sempre superabile.

La scelta dei tag è quindi fondamentale. Ecco una selezione di cinque nuovi tag Rfid passivi che sono stati progettati per essere efficaci anche quando devono tracciare i metalli.

1. Global Track di Xerafy
Pensato soprattutto per la logistica, la tracciabilità e la gestione degli asset, questo tag funziona sia “vicino” al metallo che a stretto contatto. Il produttore è di Hong Kong e ha basato la propria strategia proprio sulla compatibilità con i metalli.
Per approfondire

2. InLine Tag Ultra di HID Global
Non è un tag, ma una famiglia di cinque tag diversi, progettati per funzionare in presenza di una vasta gamma di materiali, metalli compresi. È noto per essere versatile e molto resistente e per questo è usato spesso nella logistica pesante. Il produttore è californiano.
Per approfondire

3. RS-102 Raiser Tag di Troi Rfid
L’azienda che lo produce lo chiama il “tag corazzato”. L’ RS-102 è unico nel suo genere perchè è progettato appositamente per adattarsi ad ambienti ostili, soprattutto nel settore delle raffinerie e degli impianti di estrazione di idrocarburi. È equipaggiato con una speciale vernice adesiva. Il produttore è americano.
Per approfondire

4. XS Tags di Xerafy
Un altro tag dallo specialista di Hong Kong Xerafy. Un tag dedicato, piccolissimo e adatto a essere applicato ai metalli. Per questo viene scelto in molti casi per tracciare gli strumenti chirurgici. Il produttore è di Hong Kong.
Per approfondire

5. FRcamp di Titan Blade
Prodotto dalla società coreana RFcamp, questo tag viene usato molto spesso con successo in applicazioni di tracciabilità degli automezzi o di altri asset. Resiste a temperature fino a 200 gradi ed è stato lanciato nell’agosto del 2011.
Per approfondire

Ultima modifica: .

Microsite di:  / 

Redazione The Biz Loft
Redazione The Biz Loft

La redazione di The Biz Loft coordina la produzione di approfondimenti, video e inchieste per Rfid Italia e Sbiz, Fashion 2 e 1 Minuto.

2 Commenti

  1. Pingback

    L’Rfid è ecologico? | The Biz Loft

Rispondi