Archivio, News dai Soci

Describo: allevare con l’Rfid garantisce la tracciabilità e la qualità

0 8

Tenenga ha realizzato una soluzione che combina l’Rfid con un tool gestionale che serve a tracciare suini, bovini, ovini e caprini, dalla nascita sino alla vendita delle carni nel negozio.

Il prodotto, che si chiama Describo, è un sistema che storicizza i dati legati agli animali consentendo di archiviare e di mettere a sistema informazioni dettagliate identificando in maniera univoca l’animale, registrando il luogo di provenienza e quello di allevamento, trasporto incluso, per arrivare a includere le fasi di macellazione e lavorazione delle carni. La soluzione presidia il processo a ogni livello, tracciando ogni attività effettuata dagli operatori di filiera.

Il cuore di Describo è un database sviluppato su piattaforma web aperta, ma protetta da password, che funziona anche a bassa connessione. Caratterizzato da diversi livelli di accesso, il sistema consente ai vari attori della filiera di registrare e archiviare i dati di ogni singolo animale. Grazie all’Rfid tutte le informazioni raccolte vengono a mano a mano archivate e poi condivise tra allevatore, macellatore, stagionatore, punto vendita e vari enti competenti abilitati.

Il sistema si attiva applicando all’orecchio dell’animale un tag Rfid o, in alternativa, introdotto all’interno dello stomaco. Grazie al codice di identificazione univoca tutte le informazioni possono essere associate e inserite nel database in modo da elaborare una carta d’identità che accompagna l’animale e poi ogni singolo pezzo di carne che arriva sui banchi della grande distribuzione organizzata, nei punti vendita, nei ristoranti.

Tutto il sistema è basato sull’adozione di touch screen con particolari caratteristiche di impermeabilità e resistenza che consentono agli operatori del macello di accedere al database anche se dotati di guanti o contaminati da agenti esterni. Tali touch screen, infatti, possono essere facilmente puliti e sanificati senza alcun rischio di danneggiamento.

L’Rfid semplifica anche le operazioni di vendita perché oltre al tag già presente nelle carni, è possibile effettuare un’associazione fra ogni singolo prodotto e un ulteriore tag presente nel cartellino segnaprezzo: quando il negoziante preleva un pezzo di carne dal banco, deve semplicemente avvicinare il cartellino segnaprezzo al lettore RFId collegato alla bilancia risalendo automaticamente a tutti i dati relativi al prodotto senza che egli digiti nulla, con un notevole risparmio di tempo e senza rischio di errori. Tutte le informazioni relative alla tracciabilità verranno riportate sullo scontrino fiscale, diventando così patrimonio del cliente finale.

Describo può essere integrato con una serie di applicazioni finalizzate a ottimizzare la gestione degli animali. Ad esempio inserendo un sistema di telecamere all’interno dei box delle stalle e delle sale parto si consente all’allevatore di monitorare lo stato degli animali e l’avanzamento dei parti in tempo reale da remoto, tramite un computer o uno smartphone, evitando i normali viaggi di controllo. Oppure un sistema di alert può avvisare che una lavorazione stia giungendo al termine all’interno di un processo con determinate scadenze.

Microsite di:  / 

Tenenga

Tenenga è un'alleanza che nasce per riunire attorno a sé alcuni dei migliori professionisti italiani, animata dalla consapevolezza che il mercato necessita di figure altamente specializzate per ottenere l’eccellenza, ma nel contempo richiede il massimo anche quanto a flessibilità, disponibilità e rapporto prezzo/prestazioni.

Rispondi

Digital news Il meglio, a confronto

  • occhiali a realtà aumentata a teatro

    Nessun dorma (con i Google Glass)! La principessa Turandot va in scena indossando gli occhiali a realtà aumentata

    Google Glass a teatro, non certo per motivi glamour ma per godersi lo spettacolo con un pizzico di tecnologia in più: con gli occhiali a realtà aumentata, infatti, è il Teatro Lirico di Cagliari ad aver messo in scena uno spettacolo esclusivo e ad alto ingaggio in occasione della prima del capolavoro di Giacomo Puccini. Il titolo della…

  • protocollo open source per la iot

    Open Interconnect Consortium promuove la diffusione dell’Internet of Things e realizza un protocollo open source

    Stabilire un protocollo open source per la Internet of Things, definire i requisiti di connettività per tutti i dispositivi smart o dotati di Rfid, Nfc o tecnologie Bluetooth, realizzare un programma di certificazione dei prodotti: sono questi gli obiettivi dell’Open Interconnect Consortium formato da un network di attori del calibro di Atmel, Broadcom, Dell, Intel, Samsung e Wind…

  • Gioielli-intelligenti-nella-Internet-of-Things

    Gioielli intelligenti: la Internet of Things va di moda ed è preziosa (soprattutto perché torna utile)

    Gioielli intelligenti che, grazie a uno speciale sensore, indossati avvertono che è arrivata posta, sta suonando il telefono sprofondato nella borsa o un messaggio urge risposta. Nella Internet of Things la digital life e le tecnologie indossabili sono un must indissolubile: il ciondolo, il bracciale o l’anello diventano comunicanti ed è una bella cosa. La moda è effimera, capricciosa e volatile,…

Idee e pensieri dagli opinionisti del Loft

  • commerce-in-italia

    E-commerce in Italia? I dati raccontano che ormai più della metà degli internauti acquista on line (soprattutto fashion, ma anche design)

    Giro di boa dell’e-commerce in Italia che vede oltre la metà dei Web surfer sposare la causa della spesa online. Negli ultimi tre mesi sono stati oltre 16,2 milioni gli utenti italiani che hanno fatto i loro acquisti su Internet, facendo decollare le vendite (soprattutto nelle aree ad alto tasso di attrazione: fashion e design)….

  • distribuzione

    La distribuzione alimentare ieri, oggi e domani. Negozi alla riscossa: il passato rivisto e corretto dal made in Italy

    Cambiamenti economici, demografici, tecnologici e un nuovo stile di vita hanno contribuito allo sviluppo di nuove soluzioni di vendita nel campo della distribuzione alimentare. Un mondo che tradizionalmente ruotava attorno alla bottega o al mercato, sta cambiando pelle: cibi e bevande, infatti, possono essere acquistati da almeno una dozzina di altri modelli di vendita al…

  • creare-una-app

    Creare un’app è una cosa seria (se vuoi farla bene). I passi essenziali da rispettare in una guida per punti

    La multicanalità mobile è un mercato goloso e la proliferazione di aziende specializzate contribuisce a diffondere l’errato convincimento che creare un’app mobile sia relativamente facile, ma la realtà è molto diversa (chi non ha fatto esperienza di app che non funzionano soprattutto in termini di tecnologia e usabilità?). Che si tratti di soluzioni per il…