Archivio, DigiFashion, Rfid Italia

Digital Strategy? Si, grazie

0

Quanto è importante una strategia di digital communication? La risposta sembra essere (ed è) scontata: tantissimo.

Lo sa bene Tory Burch, designer americana di moda per le donne, che ha lanciato il suo e-commerce nel 2004, anno della fondazione della sua omonima maison.

L’antesignana Burch ha 45 anni e il suo marchio è presente in circa 450 retailer in target a livello mondiale e in altrettanti punti venditi negli Stati Uniti. Solo nel 2010, il brand ha aperto 20 flagship nelle maggiori città orientali, tra cui Hong Kong e Osaka. Eppure  il giro d’affari maggiore è generato dall’alter ego digitale delle boutique, l’e-commerce per l’appunto.

Il nostro più grande negozio – ha confermato Miki Berardelli, responsabile marketing del brand – è online. La frazione più significativa del nostro fatturato vendite arriva dalla Rete”.

Un strategia che si rispetti, però, non si esaurisce con la creazione di un’e-commerce funzionale ed efficiente. Ed è per questo che nel 2009, il brand ha lanciato il blog aziendale gestito e curato dall’allora fashion editor di In Style, Honor Brodie.

Il diario telematico è diventato un caso di successo in quell’universo nell’universo che è il fashion blogging, dando il via a una invasione capillare del mondo social.

L’espandersi di device quali iPad e smartphone – ha detto la Berardelli – ha supportato in modo incisi viso il nostro approccio al mondo digital e ci ha permesso di sperimentare all’interno di uno spazio ancora inesplorato, il mobile”.

Non sorprende quindi che proprio il mobile sia una voce in forte crescita nei bilanci della maison, grazie anche a una (onni)presenza sui maggior social network: Facebook, Twitter, Flipboard, Tumblr, Fourquare, Youtube e Weibo, il sito di microblogging Made in China.

Come dire, melius abundare…

 

Microsite di:  / 

Redazione The Biz Loft
Redazione The Biz Loft

La redazione di The Biz Loft coordina la produzione di approfondimenti, video e inchieste per Rfid Italia e Sbiz, Fashion 2 e 1 Minuto.

Rispondi

Digital news Il meglio, a confronto

  • negozio_2.0

    Negozi 2.0 nelle smart city: anche l’innovazione è un servizio (intelligente)

    Il retail, rispetto ad altri settori, ha conosciuto l’informatica molto tardi, ma oggi i negozi 2.0 stanno diventando un obiettivo per moltissimi operatori della distribuzione. Come? Migrando verso i concept store e utilizzando Rfid, Nfc, sensori e tutto quello che, in sintesi, è digital innovation .Migliorare la shopping experience, potenziare la forza del brand, aumentare…

  • digital-signage-management

    Digital signage management sempre più spettacolare per Benetton che ingaggia le persone con la realtà aumentata

    Non se ne parla mai abbastanza ma dal cristallo alle superfici capacitive il digital signage management in vetrina sempre più spesso è un’occasione ad alto tasso di ingaggio. Grazie all’evoluzione tecnologica Benetton in corso Vittorio Emanuele a Milano ha iniziato una nuova forma nuova e creativa di intrettenimento scenico. A sfruttare la sensoristica di nuova generazione una piattaforma che combina motion capture, realtà…

  • smart-poster-nfc

    Eataly sceglie lo smart poster Nfc (o qr code), favorendo la shopping experience con il mobile payment

    Smart poster per agevolare gli acquisti: che siano d’impulso o ponderati, massimo interesse di fronte alla comodità di una shopping experience che utilizza il telefonino Nfc oppure la scansione del Qr code per attivare la transazione con il mobile payment inaugurando un nuovo touch point per l’e-commerce. L’idea è stata sponsorizzata da Vodafone che ha…

Idee e pensieri dagli opinionisti del Loft

  • distribuzione

    La distribuzione alimentare ieri, oggi e domani. Negozi alla riscossa: il passato rivisto e corretto dal made in Italy

    Cambiamenti economici, demografici, tecnologici e un nuovo stile di vita hanno contribuito allo sviluppo di nuove soluzioni di vendita nel campo della distribuzione alimentare. Un mondo che tradizionalmente ruotava attorno alla bottega o al mercato, sta cambiando pelle: cibi e bevande, infatti, possono essere acquistati da almeno una dozzina di altri modelli di vendita al…

  • creare-una-app

    Creare un’app è una cosa seria (se vuoi farla bene). I passi essenziali da rispettare in una guida per punti

    La multicanalità mobile è un mercato goloso e la proliferazione di aziende specializzate contribuisce a diffondere l’errato convincimento che creare un’app mobile sia relativamente facile, ma la realtà è molto diversa (chi non ha fatto esperienza di app che non funzionano soprattutto in termini di tecnologia e usabilità?). Che si tratti di soluzioni per il…

  • tendenze di mercato - il retail del futuro

    Le tendenze di mercato 2014 nel settore retail in 10 previsioni: lo shopping è destinato a cambiare (completamente)

    Il retail è un’industria incredibilmente dinamica. E, grazie all’avvento delle nuove tecnologie, in futuro assisteremo a cambiamenti sempre più frequenti nelle tendenze di mercato. Vediamo quali sono i 10 punti chiave delle tendenze di mercato che rivoluzioneranno il nostro modo di fare shopping in futuro. #1 Le aziende ci leggono (quasi) nel pensiero Grazie alle nuove…