DigiFashion, Rfid Italia

Hugo Boss sceglie la Cina per la logistica e la distribuzione

0 10

Hugo Boss, storica maison del fashion tedesco, sceglie la logistica cinese per le distribuzioni dei suoi prodotti high-end in Cina. Kerry Logistics, azienda asiatica specializzata nella Gdo, ha da poco chiuso un contratto che la lega al brand della moda made in Germany diventando, di fatto, il primo distributore del marchio per l’Estremo Oriente.

Hugo Boss è un partner prezioso per il nostro sviluppo strategico  – ha dichiarato Samuel Lau, direttore di Kerry Logistics – legarci a uno dei leader del lusso e del fashion mondiali significa fare un salto di qualità

E dal canto suo, Hugo Boss conosce bene il mercato cinese. Presente fin dall’inizio degli anni ’90, il marchio tedesco ha riscosso un enorme successo durante il boom della domanda dei consumer lusso, decisi a investire nelle paillet di fascia alta.  Il fatturato cinese del brand è raddoppiato e ha premiato la lungimiranza dimostrata nello scommettere sulla Cina in tempi non sospetti.

La domanda dei consumatori per prodotti luxury europei – ha spiegato Lau – è significativamente aumentata. La nostra conoscenza del territorio cinese ci permette di offrire una distribuzione capillare e mirata dei beni che i mercati stranieri decidono di immettere nel nostro paese

L’offerta di Kerry Logistics infatti non prevede la sola distribuzione fisica del prodotto di lusso ma una serie di servizi paralleli che vanno dall’etichettatura con tag Rfid alla gestione dell’inventario e del replenishment in store.

Considerato l’output di articoli luxury e fashion che proviene dalla Cina, da bravi tedeschi quelli di Hugo Boss hanno risparmiato sulla spedizione.

 

Microsite di:  / 

Forky

Forky è un esperto in logistica, supply chain e gestione dei magazzini. Ha un'esperienza decennale e internazionale nel proprio settore e una visione anticonformista del proprio lavoro. È editorialista di The Biz Loft e co-autore di Migliorare il Magazzino (Sopravvivendo per Raccontarlo), edito da Loft Media Publishing.

Rispondi

Digital news Il meglio, a confronto

  • Smart glass per non vedenti

    Un prototipo di smart glass per non vedenti: l’innovazione triangola ultrasuoni, sensori Rfid e Gps

    Ultrasuoni, sensori Rfid e tecnologia Gps possono notevolmente migliorare la qualità della vita delle persone non vedenti e ipovedenti: lo dimostrano gli occhiali intelligenti Smart Guide, un prototipo che vien dal Messico ed è in grado di trasformare in stimoli uditivi la realtà circostante. Gli occhiali si presentano come guide intelligenti che aiutano le persone…

  • assorbitore-di-energia

    Un assorbitore di energia in aiuto alla green economy e a una sicurezza più smart

    È un nuovo materiale e fa parte dei cambiamenti silenziosi e invisibili che, nel mondo della produzione, portano più sicurezza ma anche nuovi modelli ecosostenibili: si chiama Arpro ed è quello che in gergo viene definito un assorbitore d’energia. Nato per il mondo industriale e a supporto della logistica, dall’automative all’edilizia, dall’idraulica allo smart packaging, in questi anni Arpro è diventato…

  • vending-machine-biometria

    Vending machine smart per Coca Cola, che sperimenta un’interazione 2.0

    Sensori e realtà aumentata integrate nelle vending machine che diventano smart, riconoscendo le nostre emozioni più nascoste per offrire ai consumatori un’esperienza interattiva al gusto di… coca (Cola). Il marketing scopre il real-time advertising nei distributori automatici più intelligenti. In questo case study l’ingaggio australiano punta all’innovazione più tecnologica, fondendo digital signage interattivo e product experience in…

Idee e pensieri dagli opinionisti del Loft

  • Come cambia la gestione della produzione con IoT, Big Data e cloud: 4 punti fondamentali

    L’impatto di IoT, Big Data e cloud sulla gestione della produzione. L’informazione diventa …customer centrica

    Internet of Things, Big Data e cloud stanno portando cambiamenti significativi nella gestione della produzione industriale. L’informatizzazione supporta il business ma la IoT cambia le priorità degli IT manager. Smart city, domotica, smart object, auto intelligenti e sensorizzate, applicazioni Rfid o Nfc, sistemi M2M: l’Internet delle Cose nel prossimo futuro ci farà entrare in un’era ultra connessa,…

  • commerce-in-italia

    E-commerce in Italia? I dati raccontano che ormai più della metà degli internauti acquista on line (soprattutto fashion, ma anche design)

    Giro di boa dell’e-commerce in Italia che vede oltre la metà dei Web surfer sposare la causa della spesa online. Negli ultimi tre mesi sono stati oltre 16,2 milioni gli utenti italiani che hanno fatto i loro acquisti su Internet, facendo decollare le vendite (soprattutto nelle aree ad alto tasso di attrazione: fashion e design)….

  • distribuzione

    La distribuzione alimentare ieri, oggi e domani. Negozi alla riscossa: il passato rivisto e corretto dal made in Italy

    Cambiamenti economici, demografici, tecnologici e un nuovo stile di vita hanno contribuito allo sviluppo di nuove soluzioni di vendita nel campo della distribuzione alimentare. Un mondo che tradizionalmente ruotava attorno alla bottega o al mercato, sta cambiando pelle: cibi e bevande, infatti, possono essere acquistati da almeno una dozzina di altri modelli di vendita al…