Archivio, News dai Soci

Infinera: 100 Gb sotto il mare per la prima volta

0

Infinera e Pacific Crossing, azienda di proprietà di NTT Communications Corporation e operatore del sistema transpacifico sottomarino PC-1, hanno annunciato la piena riuscita di una trasmissione sottomarina a 100 Gigabit al secondo (Gb/s) su una distanza di oltre 9,500 km dalla California al Giappone, sulla fibra PC-1 di Pacific Crossing. Si tratta della prima – e più lunga – trasmissione digitale coerente a 100 Gb/s operata attraverso il Pacifico.

Questo evento ha permesso alle due aziende di ottenere due “prime assolute” nel settore:

1. La prima trasmissione di un servizio clienti a 100 GbE condotta attraverso il Pacifico utilizzando canali ottici da 40 Gb/s e la tecnologia FlexCoherent di Infinera. Il risultato è stato ottenuto utilizzando il modulo ottico Infinera da 40 Gb/s attualmente in commercio e l’interfaccia cliente da 100 GbE sulla piattaforma DTN di Infinera.
2. La prima realizzazione di un canale ottico da 100 Gb/s tramite BPSK (binary phase shift keying) con SDFEC (soft decision forward error correction), che in futuro sarà disponibile sulla piattaforma DTNX Infinera. La tecnologia FlexCoherent di Infinera permette ai service provider di ottimizzare la trasmissione con una gamma di applicazioni che utilizzano formati multipli di modulazione programmabili via software. Infinera ha recentemente annunciato la disponibilità delle nuove potenzialità DTN e la nuova piattaforma DTN-X che integra i super canali basati sul Circuito Fotonico Integrato (PIC) con la trasmissione FlexCoherent.

La regione Asia-Pacific ha sperimentato una crescita esponenziale della domanda di larghezza di banda internet: secondo Internet World Stats, il numero di utenti internet in Asia è passato da 114 milioni a 922 milioni dal 2000 al 2011. Si prevede che la crescita continuerà, inducendo così il bisogno di un equipaggiamento di networking sottomarino che possa garantire la capacità richiesta.

“La domanda dei clienti di banda transpacifica continua ad aumentare,” ha dichiarato Takahiro Sumimoto, Direttore Esecutivo di Pacific Crossing. “Siamo lieti di lavorare con Infinera per dimostrare la trasmissione dei 100 Gb sul nostro impianto di fibra sottomarina, così come siamo soddisfatti che le potenzialità del nostro network transpacifico abbiano contribuito alla riuscita della dimostrazione di questa nuova tecnologia”.

“Infinera è molto soddisfatta della collaborazione con Pacific Crossing: questa prova di trasmissione costituisce una pietra miliare per la realizzazione della prossima generazione di sistemi ottici nella regione Asia-Pacific”, ha detto Deryck Robinson, Vice President Subsea Business Unit di Infinera.

Infinera ha portato a termine con successo collaudi di super canali da 100 Gb/s e 500 Gb/s attorno al globo, recentemente con SEACOM in Africa e Interoute in Europa. Per sottolineare il suo impegno a fornire livelli potenziati di servizio e di supporto ai clienti nell’area Asia-Pacific, Infinera ha recentemente inaugurato un ufficio a Hong Kong con centri dimostrazione e formazione per i clienti locali.

Microsite di:  / 

Infinera

Infinera fornisce sistemi di Digital Optical Networking all'avanguardia a carrier in tutto il mondo. I sistemi Infinera sono unici e si basano sulla tecnologia innovativa PIC (photonic integrated circuit) di Infinera che rende la realizzazione e gestione di reti ottiche semplice e flessibile, garantendo un time-to-service più rapido e permettendo di offrire un'ampia gamma di servizi differenziati con un'unica infrastruttura ottica senza la necessità di operazioni di reingegnerizzazione.

Rispondi

Digital news Il meglio, a confronto

  • scuola-gestione-mense-Rfid

    A scuola con i badge NFC: servizi scolastici più veloci ed efficienti nell’era delle smart city

    Tecnologia contactless e pagamenti elettronici anche a scuola, per la prenotazione dei servizi di mensa fatta direttamente da ogni bambino grazie all’Rfid, anzi, più precisamente grazie a un badge Nfc. Succede ad Agliè, comune del Piemonte che per l’anno scolastico 2014/2015 ha introdotto un sistema innovativo di tessere prepagate che, grazie a una card personale, all’ingresso della scuola…

  • Come cambia la gestione della produzione con IoT, Big Data e cloud: 4 punti fondamentali

    L’impatto di IoT, Big Data e cloud sulla gestione della produzione. L’informazione diventa …customer centrica

    Internet of Things, Big Data e cloud stanno portando cambiamenti significativi nella gestione della produzione industriale. L’informatizzazione supporta il business ma la IoT cambia le priorità degli IT manager. Smart city, domotica, smart object, auto intelligenti e sensorizzate, applicazioni Rfid o Nfc, sistemi M2M: l’Internet delle Cose nel prossimo futuro ci farà entrare in un’era ultra connessa,…

  • Acciaieria-siderurgia-Rfid

    Ori Martin sceglie l’Rfid. Così la siderurgia incontra l’identificazione automatica più innovativa

    Ori Martin, specialista nella produzione di acciai speciali per il settore automobilistico in particolare e per l’industria meccanica in generale, ha scelto di investire nell’Rfid per un progetto di identificazione automatica, automazione e controllo delle fasi successive alla produzione del tondo in rotoli laminato a caldo. Nell’acciaieria bresciana la tecnologia Rfid per l’identificazione automatica ha rappresentato una sfida impegnativa, superata grazie ad…

Idee e pensieri dagli opinionisti del Loft

  • Come cambia la gestione della produzione con IoT, Big Data e cloud: 4 punti fondamentali

    L’impatto di IoT, Big Data e cloud sulla gestione della produzione. L’informazione diventa …customer centrica

    Internet of Things, Big Data e cloud stanno portando cambiamenti significativi nella gestione della produzione industriale. L’informatizzazione supporta il business ma la IoT cambia le priorità degli IT manager. Smart city, domotica, smart object, auto intelligenti e sensorizzate, applicazioni Rfid o Nfc, sistemi M2M: l’Internet delle Cose nel prossimo futuro ci farà entrare in un’era ultra connessa,…

  • commerce-in-italia

    E-commerce in Italia? I dati raccontano che ormai più della metà degli internauti acquista on line (soprattutto fashion, ma anche design)

    Giro di boa dell’e-commerce in Italia che vede oltre la metà dei Web surfer sposare la causa della spesa online. Negli ultimi tre mesi sono stati oltre 16,2 milioni gli utenti italiani che hanno fatto i loro acquisti su Internet, facendo decollare le vendite (soprattutto nelle aree ad alto tasso di attrazione: fashion e design)….

  • distribuzione

    La distribuzione alimentare ieri, oggi e domani. Negozi alla riscossa: il passato rivisto e corretto dal made in Italy

    Cambiamenti economici, demografici, tecnologici e un nuovo stile di vita hanno contribuito allo sviluppo di nuove soluzioni di vendita nel campo della distribuzione alimentare. Un mondo che tradizionalmente ruotava attorno alla bottega o al mercato, sta cambiando pelle: cibi e bevande, infatti, possono essere acquistati da almeno una dozzina di altri modelli di vendita al…