News dai Soci

La lotta alla contraffazione avrà il suo TechALab

0 1

Inaugurazione ufficiale del TechALab, il laboratorio sperimentale che mira a promuovere l’utilizzo delle tecnologie di autenticazione e tracciabilità dei prodotti, volte a combattere la contraffazione e a difendere la competitività delle aziende italiane.

Promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico, Direzione Generale Lotta alla Contraffazione – Uibm (Ufficio Italiano Brevetti e Marchi) del Ministero dello Sviluppo Economico e il Cattid “Sapienza” Università di Roma, l’evento si terrà mercoledì 06 luglio 2011 presso gli spazi del Crr (Consorzio Roma Ricerche – Tecnopolo Tiburtino).

“Da qualche anno – ha spiegato Loredana Gulino, Direttore Generale per la Lotta alla Contraffazione – Uibm, Ministero dello Sviluppo Economico – le tecnologie per la tracciabilità hanno dimosrato a vari livelli e contesti le loro potenzialità nella tutela del prodotto nazionale e nell’automazione dei processi. Sulla scia di questa rivoluzione abbiamo stipulato un accordo di collaborazione”.

Otto i settori pilota su cui è partita la rilevazione dei fabbisogni: tessile, abbigliamento, accessori, occhialeria, agroalimentare, giocattoli, cosmetica elettronica, gioelleria/orificeria, meccanica/automotive.

Gli obiettivi? Promuovere l’utilizzo delle tecnologie volte combattere la contraffazione, difendere la competitività delle aziende italiane e dei loro prodotti originali e valorizzare il prodotto autentico Made in Italy ottimizzando i processi produttivi e di filiera.

“Oltre alla creazione di un Osservatorio – ha precisato Ugo Biader Ceipidor, Direttore del Cattid “Sapienza” Università di Roma – volto a monitorare il livello di conoscenza, diffusione ed utilizzo volte a combattere il fenomeno della falsificazione, TechALab rappresenta un centro d’eccellenza di riferimento per le aziende italiane che potranno usufruire di uno show-room progettato per consentire loro di accedere a tutta la gamma di tecnolgie esistenti e conoscerne così i vari meccanismi di funzionamento”.

Ponendosi come crocevia simbolico tra l’R&D e la produzione, TechALab ha al suo interno un Desk informativo a cui possono rivolgersi le imprese interessate a richiedere assistenza per l’ideazione e lo sviluppo di soluzioni personalizzate”.

TechALab fungerà anche da incubatore di idee, creando un network tra utilizzatori, system integrator e produttori di tecnologie chiamati a lavorare in sinergia per il miglioramento del sistema Paese.

La presentazione si terrà dunque:
mercoledì 06 luglio 2011
presso gli spazi del Crr
(Consorzio Roma Ricerche – Tecnopolo Tiburtino).
Via Giacomo Peroni 130
Edificio 4
ore 11:00

Per iscrizioni:

Inviare una e-mail all’indirizzo:
info@techalab.it

Oppure contattare la Dott.ssa Erjka Priori ai seguenti numeri di telefono:
06 49910804

Microsite di:  / 

Rfid Lab Roma

Il CATTID (Centro per le Applicazioni della Televisione e delle Tecniche d’Istruzione a Distanza) dell'Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, è strutturati in “Laboratori” tra i quali quello RFID Lab, un laboratorio di test e integrazione per tecnologie di Identificazione a Radio Frequenza. All’interno dell'Università “La Sapienza”, il RFID Lab integra le proprie competenze con quelle del Dipartimento di Controllo e Gestione delle Merci e del loro impatto sull’ambiente (ora Dipartimento per le Tecnologie, le Risorse e lo Sviluppo) della Facoltà di Economia, del Centro d’eccellenza per i Trasporti e la Logistica della Facoltà di Ingegneria e del Pictorial Computing Laboratory della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali.

Rispondi

Digital news Il meglio, a confronto

  • occhiali a realtà aumentata a teatro

    Nessun dorma (con i Google Glass)! La principessa Turandot va in scena indossando gli occhiali a realtà aumentata

    Google Glass a teatro, non certo per motivi glamour ma per godersi lo spettacolo con un pizzico di tecnologia in più: con gli occhiali a realtà aumentata, infatti, è il Teatro Lirico di Cagliari ad aver messo in scena uno spettacolo esclusivo e ad alto ingaggio in occasione della prima del capolavoro di Giacomo Puccini. Il titolo della…

  • protocollo open source per la iot

    Open Interconnect Consortium promuove la diffusione dell’Internet of Things e realizza un protocollo open source

    Stabilire un protocollo open source per la Internet of Things, definire i requisiti di connettività per tutti i dispositivi smart o dotati di Rfid, Nfc o tecnologie Bluetooth, realizzare un programma di certificazione dei prodotti: sono questi gli obiettivi dell’Open Interconnect Consortium formato da un network di attori del calibro di Atmel, Broadcom, Dell, Intel, Samsung e Wind…

  • Gioielli-intelligenti-nella-Internet-of-Things

    Gioielli intelligenti: la Internet of Things va di moda ed è preziosa (soprattutto perché torna utile)

    Gioielli intelligenti che, grazie a uno speciale sensore, indossati avvertono che è arrivata posta, sta suonando il telefono sprofondato nella borsa o un messaggio urge risposta. Nella Internet of Things la digital life e le tecnologie indossabili sono un must indissolubile: il ciondolo, il bracciale o l’anello diventano comunicanti ed è una bella cosa. La moda è effimera, capricciosa e volatile,…

Idee e pensieri dagli opinionisti del Loft

  • commerce-in-italia

    E-commerce in Italia? I dati raccontano che ormai più della metà degli internauti acquista on line (soprattutto fashion, ma anche design)

    Giro di boa dell’e-commerce in Italia che vede oltre la metà dei Web surfer sposare la causa della spesa online. Negli ultimi tre mesi sono stati oltre 16,2 milioni gli utenti italiani che hanno fatto i loro acquisti su Internet, facendo decollare le vendite (soprattutto nelle aree ad alto tasso di attrazione: fashion e design)….

  • distribuzione

    La distribuzione alimentare ieri, oggi e domani. Negozi alla riscossa: il passato rivisto e corretto dal made in Italy

    Cambiamenti economici, demografici, tecnologici e un nuovo stile di vita hanno contribuito allo sviluppo di nuove soluzioni di vendita nel campo della distribuzione alimentare. Un mondo che tradizionalmente ruotava attorno alla bottega o al mercato, sta cambiando pelle: cibi e bevande, infatti, possono essere acquistati da almeno una dozzina di altri modelli di vendita al…

  • creare-una-app

    Creare un’app è una cosa seria (se vuoi farla bene). I passi essenziali da rispettare in una guida per punti

    La multicanalità mobile è un mercato goloso e la proliferazione di aziende specializzate contribuisce a diffondere l’errato convincimento che creare un’app mobile sia relativamente facile, ma la realtà è molto diversa (chi non ha fatto esperienza di app che non funzionano soprattutto in termini di tecnologia e usabilità?). Che si tratti di soluzioni per il…