Archivio, News dai Soci

Leggere il futuro su Facebook, con un iPad

1 1

Ascoltare i sussurri e le grida di Facebook, capirne il significato e tradurlo in un grafico capace di spiegare non solo l’umore degli italiani, ma anche le loro aspettative per il futuro.

È il risultato di The Future Mood, un’applicazione realizzata non in una start-up della Silicon Valley, ma al CATTID, il centro di ricerca della “Sapienza” Università di Roma con la collaborazione della Finanziaria Laziale di Sviluppo (Filas).

Un gruppo di giovani ricercatori specializzati in interaction design, guidato dal coordinatore Amedeo Perrone, ha presentato a Roma, nell’ambito della mostra Digitalife 2, il prodotto di un progetto di ricerca durato più di un anno, che rappresenta l’inizio di un percorso capace di cambiare il modo in cui ci relazioniamo con i social network.

“Interagire con The Future Mood offre alle persone la percezione della portata reale di ciò che scrivono su Facebook”, ha spiegato Amedeo Perrone. “Ciò permette loro di realizzare che i propri post non sono semplicemente un aggiornamento per i loro amici, ma contribuiscono di fatto a modellare un sistema di percezioni, umori e valori di portata globale, destinato a durare nel tempo. Gli fa capire, in altre parole, che la rete è un media concreto e reale e che loro non sono semplicemente utenti, ma partecipanti attivi”.

The Future Mood nasce con l’obiettivo di raccogliere, analizzare e visualizzare, automaticamente e in tempo reale, gli stati d’animo condivisi dagli italiani su Facebook, per tentare di capire qual è l’umore del Paese e quali le tendenze per il futuro. Per raggiungere questo obiettivo, il team di ricercatori ha progettato un sistema modulare, il cui funzionamento si articola in tre fasi interdipendenti che funzionano in modo semplice, ma nascono da tecnologie complicate.

In una prima fase di acquisizione dei dati, l’applicazione passa al setaccio i profili pubblici di Facebook e provvede all’acquisizione degli status, che vengono elaborati e aggregati in cluster. A ogni stato d’animo viene quindi associato un colore per rappresentare con semplicità le sfumature di pensieri e umori. Un software di analisi semantica si occupa quindi di riconoscere gli umori negli status, mentre un’applicazione di pattern recognition provvede a trasmettere i risultati in tempo reale all’iPad.

The Future Mood è l’evoluzione di un progetto precedente, The Italian Mood, che il CATTID (di cui fa parte l’Rfid Lab Roma) ha realizzato con la collaborazione del periodico Wired Italia e della società emiliana Expert System, specializzata in tecnologie di analisi semantica presentandolo a Torino nell’ambito della mostra Stazione Futuro. The Italian Mood è in grado di analizzare lo stato d’animo di Facebook, proiettandone i risultati su una serie di schermi posizionati in una sala. The Future Mood compie un deciso passo in avanti, estendendo l’analisi dal presente al futuro e ampliando la fruizione dei risultati alla piattaforma iPad.

“Dopo aver visto The Future Mood all’opera, in molti ci hanno chiesto di mettere l’applicazione a disposizione su un sito web e questo fa parte dei nostri progetti evolutivi a breve termine”, ha concluso Perrone. “Inoltre, stiamo già lavorando per realizzare una versione mobile dell’applicazione, che possa essere consultata da chiunque attraverso un normale smartphone”.

Microsite di:  / 

Rfid Lab Roma

Il CATTID (Centro per le Applicazioni della Televisione e delle Tecniche d’Istruzione a Distanza) dell'Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, è strutturati in “Laboratori” tra i quali quello RFID Lab, un laboratorio di test e integrazione per tecnologie di Identificazione a Radio Frequenza. All’interno dell'Università “La Sapienza”, il RFID Lab integra le proprie competenze con quelle del Dipartimento di Controllo e Gestione delle Merci e del loro impatto sull’ambiente (ora Dipartimento per le Tecnologie, le Risorse e lo Sviluppo) della Facoltà di Economia, del Centro d’eccellenza per i Trasporti e la Logistica della Facoltà di Ingegneria e del Pictorial Computing Laboratory della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali.

Rispondi

Digital news Il meglio, a confronto

  • Acciaieria-siderurgia-Rfid

    Ori Martin sceglie l’Rfid. Così la siderurgia incontra l’identificazione automatica più innovativa

    Ori Martin, specialista nella produzione di acciai speciali per il settore automobilistico in particolare e per l’industria meccanica in generale, ha scelto di investire nell’Rfid per un progetto di identificazione automatica, automazione e controllo delle fasi successive alla produzione del tondo in rotoli laminato a caldo. Nell’acciaieria bresciana la tecnologia Rfid per l’identificazione automatica ha rappresentato una sfida impegnativa, superata grazie ad…

  • Servizio-wi-fi

    Un nuovo concept di servizio Wi-Fi per Gruppo Miroglio che offre un supporto omnicanale anche alla shopping experience

    Condivisione, collaboration e CRM ad alto valore aggiunto per Gruppo Miroglio che reingegnerizza il servizio Wi-Fi, offrendo connessione e accesso alle informazioni a dipendenti e consumatori. Dispositivi mobili e servizi Wi-Fi diventano il braccio armato della comunicazione e del business, consentendo maggiore sicurezza e presidio anche in store. Nato nel 1947 ad Alba, in provincia di Cuneo,…

  • auto-del-futuro-Rfid

    Più sicurezza sulle strade grazie alle auto del futuro: la Internet of Things protagonista del progetto Drive C2x

    Belle, sensibili, sicure e intelligenti: le auto del futuro saranno molto più di un mezzo per gli spostamenti grazie a sensori, tag Rfid, Gprs e tecnologie da fantascienza. Gli Intelligent Trasnport System (Its) sono infatti un capitolo fondamentale delle smart city. Molti i progetti in strada. Drive C2x, ad esempio, è uno studio finanziato dall’Unione Europea per il settore automotive con…

Idee e pensieri dagli opinionisti del Loft

  • commerce-in-italia

    E-commerce in Italia? I dati raccontano che ormai più della metà degli internauti acquista on line (soprattutto fashion, ma anche design)

    Giro di boa dell’e-commerce in Italia che vede oltre la metà dei Web surfer sposare la causa della spesa online. Negli ultimi tre mesi sono stati oltre 16,2 milioni gli utenti italiani che hanno fatto i loro acquisti su Internet, facendo decollare le vendite (soprattutto nelle aree ad alto tasso di attrazione: fashion e design)….

  • distribuzione

    La distribuzione alimentare ieri, oggi e domani. Negozi alla riscossa: il passato rivisto e corretto dal made in Italy

    Cambiamenti economici, demografici, tecnologici e un nuovo stile di vita hanno contribuito allo sviluppo di nuove soluzioni di vendita nel campo della distribuzione alimentare. Un mondo che tradizionalmente ruotava attorno alla bottega o al mercato, sta cambiando pelle: cibi e bevande, infatti, possono essere acquistati da almeno una dozzina di altri modelli di vendita al…

  • creare-una-app

    Creare un’app è una cosa seria (se vuoi farla bene). I passi essenziali da rispettare in una guida per punti

    La multicanalità mobile è un mercato goloso e la proliferazione di aziende specializzate contribuisce a diffondere l’errato convincimento che creare un’app mobile sia relativamente facile, ma la realtà è molto diversa (chi non ha fatto esperienza di app che non funzionano soprattutto in termini di tecnologia e usabilità?). Che si tratti di soluzioni per il…