News dai Soci

L’Rfid Value Chain di Softwork alla 2 Giorni della Logistica

0 1

Confermata anche quest’anno la Sponsorship Platinum & Partnership Tecnologica di Softwork a “La 2 Giorni della Logistica”, l’appuntamento cardine che, sotto la regia di Editrice Temi, riunisce la community della Sanità e Pharma (9 nov.) e del Fashion (10 nov.) attorno all’apporto della tecnologica e della sua implementazione ai fini logistici.

Nei due giorni dedicati alla supply chain sanitaria (9 nov.) ed alla logistica nell’industria della moda (TraceID Fahion, 10 nov.), Softwork apporta la sua testimonianza in ambito RFID, ripercorrendo la catena di valore di questa tecnologia, dalle ultime frontiere tecnologiche tout court, ossia i nuovi apparati del suo parco-prodotti, fino a case history dei due comparti, raccontate dai final-user.

Primo step dell’RFID value chain sono quindi le architetture RFID: dai transponder alle antenne, dai controller ai mobile RFID, il carnet delle novità è ricco, con apparati non solo ancora più prestazionali, ma curati anche nel design in considerazione del punto-vendita in cui possono operare. Significativo è il caso della la nuova shielded pad antenna ISC.ANTS370/270, proposta anche con reader integrato: operativa in banda HF, l’antenna è stata progettata e realizzata per lo scambio dati contactless con tag ISO 15693 e si caratterizza per la schermatura, affinché vengano rilevati solamente i tag, quindi gli oggetti, posti sopra l’antenna stessa e non a lato o nelle vicinanze; sono altresì ridotte le interferenze provenienti da antenne vicine o da superfici metalliche o conduttive.
Altra new entry proposta nei due giorni milanesi, l’RFID mobile computer Morphic, prodotto da Nordic ID e distribuito in Italia da Softwork: rispetto alla precedente versione, il Morphic si contraddistingue dall’antenna cross-dipole, per potenziarne le prestazioni fino a 2,5m di distanza di lettura, mantenendo la natura ergonomica dell’apparato, essendo l’antenna ripiegabile.

Sul versante case-history, invece, Softwork propone significati casi di implementazione dell’RFID ad opera dei suoi Integrator Partner: testimonial della supply chain sanitaria è l’ULSS 10 “Veneto Orientale”, i cui laboratori d’analisi utilizzano la soluzione Secure Tube Track di Reggiani per monitorare e gestire lo spostamento del materiale biologico tra le sedi di San Donà di Piave e Portogruaro, mixando RFID e sensoristica.
Identificazione più sicura, più veloce e senza errori e tracciabilità della storia termica dei materiali biologici sono alcuni dei benefit della soluzione, che fonde l’oculata gestione sanitaria della riduzione dei costi alla maggior sicurezza e cura della salute del paziente, con dati puntuali ed affidabili delle analisi.

Per il comparto fashion il valore dell’RFID si dilata lungo l’intera filiera, dalla produzione fino al punto-vendita: attraverso le testimonianze di Animo (produttore abbigliamento sportivo) e Matranga (punto-vendita gioielleria) si dà voce a diversi attori della filiera del fashion, ciascuno con proprie esigenze, aspettative ed implementazioni tecnologiche.
Pur ambientata in contesti differenti, l’RFID apporta in entrambe le case l’inestimabile vantaggio di disporre di dati certi e immediati, con un allineamento elettronico più sicuro tra il fisico ed il contabile, tempi di inventory ed errori umani drasticamente ridotti, cui si unisce, nel caso delle gioiellerie, il pregio dell’anti-taccheggio!

Con la veste di Partner Tecnologico, Softwork gestisce l’accesso dei visitatori nelle giornate con i propri sistemi RFID, dai badge ai varchi all’ingresso della sala conferenze, permettendo così una “user experience” dell’RFID dal vivo!

Appuntamento a Milano – Hotel Michelangelo, il 9 e 10 novembre 2011.
________________________________________

Microsite di:  / 

RFID Global by Softwork
RFID Global by Softwork

Distributore a valore aggiunto e produttore di sistemi RFID, RFID Global è focalizzato sulle componenti (hardware) delle soluzioni RFID. La produzione di propri apparati RedWave, l’attività del dipartimento R&D, l’esperienza “sul campo” di un team di progettisti, sintetizzabile in oltre 140 anni/uomo, il ricco calendario di training ed un network di rivenditori certificati completano la nostra proposta. Sito corporate: www.rfidglobal.it

Rispondi

Digital news Il meglio, a confronto

  • Acciaieria-siderurgia-Rfid

    Ori Martin sceglie l’Rfid. Così la siderurgia incontra l’identificazione automatica più innovativa

    Ori Martin, specialista nella produzione di acciai speciali per il settore automobilistico in particolare e per l’industria meccanica in generale, ha scelto di investire nell’Rfid per un progetto di identificazione automatica, automazione e controllo delle fasi successive alla produzione del tondo in rotoli laminato a caldo. Nell’acciaieria bresciana la tecnologia Rfid per l’identificazione automatica ha rappresentato una sfida impegnativa, superata grazie ad…

  • Servizio-wi-fi

    Un nuovo concept di servizio Wi-Fi per Gruppo Miroglio che offre un supporto omnicanale anche alla shopping experience

    Condivisione, collaboration e CRM ad alto valore aggiunto per Gruppo Miroglio che reingegnerizza il servizio Wi-Fi, offrendo connessione e accesso alle informazioni a dipendenti e consumatori. Dispositivi mobili e servizi Wi-Fi diventano il braccio armato della comunicazione e del business, consentendo maggiore sicurezza e presidio anche in store. Nato nel 1947 ad Alba, in provincia di Cuneo,…

  • auto-del-futuro-Rfid

    Più sicurezza sulle strade grazie alle auto del futuro: la Internet of Things protagonista del progetto Drive C2x

    Belle, sensibili, sicure e intelligenti: le auto del futuro saranno molto più di un mezzo per gli spostamenti grazie a sensori, tag Rfid, Gprs e tecnologie da fantascienza. Gli Intelligent Trasnport System (Its) sono infatti un capitolo fondamentale delle smart city. Molti i progetti in strada. Drive C2x, ad esempio, è uno studio finanziato dall’Unione Europea per il settore automotive con…

Idee e pensieri dagli opinionisti del Loft

  • commerce-in-italia

    E-commerce in Italia? I dati raccontano che ormai più della metà degli internauti acquista on line (soprattutto fashion, ma anche design)

    Giro di boa dell’e-commerce in Italia che vede oltre la metà dei Web surfer sposare la causa della spesa online. Negli ultimi tre mesi sono stati oltre 16,2 milioni gli utenti italiani che hanno fatto i loro acquisti su Internet, facendo decollare le vendite (soprattutto nelle aree ad alto tasso di attrazione: fashion e design)….

  • distribuzione

    La distribuzione alimentare ieri, oggi e domani. Negozi alla riscossa: il passato rivisto e corretto dal made in Italy

    Cambiamenti economici, demografici, tecnologici e un nuovo stile di vita hanno contribuito allo sviluppo di nuove soluzioni di vendita nel campo della distribuzione alimentare. Un mondo che tradizionalmente ruotava attorno alla bottega o al mercato, sta cambiando pelle: cibi e bevande, infatti, possono essere acquistati da almeno una dozzina di altri modelli di vendita al…

  • creare-una-app

    Creare un’app è una cosa seria (se vuoi farla bene). I passi essenziali da rispettare in una guida per punti

    La multicanalità mobile è un mercato goloso e la proliferazione di aziende specializzate contribuisce a diffondere l’errato convincimento che creare un’app mobile sia relativamente facile, ma la realtà è molto diversa (chi non ha fatto esperienza di app che non funzionano soprattutto in termini di tecnologia e usabilità?). Che si tratti di soluzioni per il…