Rfid Italia, Ricerca

L’Università del Salento porta l’Rfid in televisione (su Rai3 a Cose dell’altro Geo)

2 11

L’Rfid e la tracciabilità degli alimenti (o dei farmaci) in onda sulle Rai-frequenze: agli spettatori la tecnologie e le sue (tante) applicazioni sono state presentate dall’Electromagnetic Lab di Lecce dell’Università del Salento. Il team, composto dal professor Luciano Tarricone, dal ricercatore Luca Catarinucci e dal dottorando Riccardo Colella, ha presentato al pubblico dela televisione i diversi progetti del gruppo di ricerca, nella rubrica Geo Scienza all’interno del programma Cose dell’altro Geo.
Il progetto Farm to Fork, per lo sviluppo di un sistema comune per l’identificazione degli alimenti lungo la filiera, è stato illustrato attraverso delle dimostrazioni di alcuni casi pilota sul pesce e sul vino, facendo un distinguo tra codici a barre e tag Rfid letti dai gate che consentono di leggere informazioni in tempo reale e in un colpo solo anche quando i prodotti sono sovrapposti, impilati o contenuti all’interno di contenitori.

Per maggiori info su eventi e progetti pilota legate al progetto F2F cliccate qui.

Ultima modifica: .

Microsite di:  / 

Electromagneticlab

L'ElectroMagnetic Lab Lecce (EML2) dell’Università del Salento, diretto dal Prof. Luciano Tarricone, è attivo dal 2001 su varie tematiche di ricerca di base ed applicata. Dal 2007 EML2, ed in particolare la divisione RFID, sono attivi all’interno del C.R.I.T. (Centro Dipartimentale di Ricerca sulla Internet of Things); INSERT INTO `wp_usermeta` (`umeta_id`, `user_id`, `meta_key`, `meta_value`) VALUES primo centro di ricerca italiano attivo sui temi della Internet delle Cose, di cui il Prof. Tarricone è cofondatore.

Rispondi