All News, Social Media

Mappa dei social network aggiornata al 2013: l’accesso mobile cambia le community on line

58 22

Una mappa dei social network aggiornata ci racconta di grossi cambiamenti nel cyberspazio. Nel 2009 erano 17 i social network leader in qualche paese del mondo, alla fine del 2012 sono diventati 5. In mezzo una customer experience decisamente orientata a nuove modalità di accesso, complice l’evoluzione delle tecnologie mobile (smartphone e tablet).

mappa dei social network app 2013

Per capire i nuovi cambiamenti della storia arrivano nuovi analisti che stanno monitorando attentamente i cambiamenti in atto. Jess3 è stato uno dei primi, avendo inziato già nel 2010 a disegnare una mappa dei social che poi ha periodicamente aggiornato. In questa sua terza versione, l’universo geosocial appare estremamente ricco ma anche fortemente caratterizzato dalla fruizione via tablet e via smartphone degli utenti delle community.

social-network-analisi

Dai questa mappa dei social network emergono tanti numeri interessanti per chi deve capire dove vanno, cosa fanno (e come lo fanno) i consumatori. Ma l’universo geosocial dice molto di più: qualcosa è cambiato, al di là dei numeri. Sono le mobile app, su cui i social network emergenti stanno scommettendo il loro futuro. Le stelle nascenti sono Snapchat and Facebook’s Poke, seguite da Socialcam, con ben 1 milione di utenti attivi al mese, e Path che va per i 5 milioni. La mappa dei social evidenzia un astro luminoso in Instagram, con ben 90 milioni di utenti mensili attivi. Qualcuno azzarda a chiamare questa nuova popolazione… Generazione M!

Nella mappa dei social network, tutto ruota attorno a Facebook

Alla fine di dicembre Facebook aveva superato il miliardo di utenti attivi al mese di cui 584 milioni collegati quotidianamente. C’è da considerare che il social network per eccellenza è approdato in Asia che,  con i suoi 278 milioni di iscritti, ha scavalcato i 251 milioni di utenti europei e i 243 milioni di utenti nordamericani (segue l’Africa con 52 milioni e l’Oceania a quota 15 milioni).
Eppure i casi di successo, a un’analisi di dettaglio, raccontano come Google + stia facendo proseliti, forte dei suoi 100 milioni di iscritti a pochi mesi dal lancio ufficiale.
Uno sguardo a Oriente racconta di come in Cina continui a regnare QZone di QQ e si stia affermando la new entry Sina Weibo che da gennaio è stata realizzata anche in lingua inglese (ma non dice  che negli ex territori dell’Unione Sovietica sta crescendo V Kontakte, con ben 190 milioni di utenti registrati).

Microsite di:  / 

Redazione The Biz Loft
Redazione The Biz Loft

La redazione di The Biz Loft coordina la produzione di approfondimenti, video e inchieste per Rfid Italia e Sbiz, Fashion 2 e 1 Minuto.

58 Commenti

  1. silvia 29 novembre 2013 di 15:39 -  Rispondi

    Ciao a tutti sono Silvia volevo mettervi a conoscenza di un nuovo sito social network http://www.Pintegraf.com dove si possono inserire le proprie foto, scegliere o no se inserirle sotto una categoria, e anche la possibilità di tenerle visibili solo a se stessi(e questo mi sembra una cosa molto utile ed innovativa). Ho la possibilità di interagire con gli altri iscritti seguendoli e scambiando opinioni e molto altro su quello che viene pubblicato. Gli argomenti e le interazioni sono varie e con alcuni utenti che pubblicano curiosità da tutto il mondo la noia non vi assale… Provate a farvi un giro e ditemi cosa ne pensate … per poter lasciare commenti ecc dovete iscrivervi ma oramai da qualsiasi parte è così! A presto!

Rispondi

Digital news Il meglio, a confronto

  • scuola-gestione-mense-Rfid

    A scuola con i badge NFC: servizi scolastici più veloci ed efficienti nell’era delle smart city

    Tecnologia contactless e pagamenti elettronici anche a scuola, per la prenotazione dei servizi di mensa fatta direttamente da ogni bambino grazie all’Rfid, anzi, più precisamente grazie a un badge Nfc. Succede ad Agliè, comune del Piemonte che per l’anno scolastico 2014/2015 ha introdotto un sistema innovativo di tessere prepagate che, grazie a una card personale, all’ingresso della scuola…

  • Come cambia la gestione della produzione con IoT, Big Data e cloud: 4 punti fondamentali

    L’impatto di IoT, Big Data e cloud sulla gestione della produzione. L’informazione diventa …customer centrica

    Internet of Things, Big Data e cloud stanno portando cambiamenti significativi nella gestione della produzione industriale. L’informatizzazione supporta il business ma la IoT cambia le priorità degli IT manager. Smart city, domotica, smart object, auto intelligenti e sensorizzate, applicazioni Rfid o Nfc, sistemi M2M: l’Internet delle Cose nel prossimo futuro ci farà entrare in un’era ultra connessa,…

  • Acciaieria-siderurgia-Rfid

    Ori Martin sceglie l’Rfid. Così la siderurgia incontra l’identificazione automatica più innovativa

    Ori Martin, specialista nella produzione di acciai speciali per il settore automobilistico in particolare e per l’industria meccanica in generale, ha scelto di investire nell’Rfid per un progetto di identificazione automatica, automazione e controllo delle fasi successive alla produzione del tondo in rotoli laminato a caldo. Nell’acciaieria bresciana la tecnologia Rfid per l’identificazione automatica ha rappresentato una sfida impegnativa, superata grazie ad…

Idee e pensieri dagli opinionisti del Loft

  • Come cambia la gestione della produzione con IoT, Big Data e cloud: 4 punti fondamentali

    L’impatto di IoT, Big Data e cloud sulla gestione della produzione. L’informazione diventa …customer centrica

    Internet of Things, Big Data e cloud stanno portando cambiamenti significativi nella gestione della produzione industriale. L’informatizzazione supporta il business ma la IoT cambia le priorità degli IT manager. Smart city, domotica, smart object, auto intelligenti e sensorizzate, applicazioni Rfid o Nfc, sistemi M2M: l’Internet delle Cose nel prossimo futuro ci farà entrare in un’era ultra connessa,…

  • commerce-in-italia

    E-commerce in Italia? I dati raccontano che ormai più della metà degli internauti acquista on line (soprattutto fashion, ma anche design)

    Giro di boa dell’e-commerce in Italia che vede oltre la metà dei Web surfer sposare la causa della spesa online. Negli ultimi tre mesi sono stati oltre 16,2 milioni gli utenti italiani che hanno fatto i loro acquisti su Internet, facendo decollare le vendite (soprattutto nelle aree ad alto tasso di attrazione: fashion e design)….

  • distribuzione

    La distribuzione alimentare ieri, oggi e domani. Negozi alla riscossa: il passato rivisto e corretto dal made in Italy

    Cambiamenti economici, demografici, tecnologici e un nuovo stile di vita hanno contribuito allo sviluppo di nuove soluzioni di vendita nel campo della distribuzione alimentare. Un mondo che tradizionalmente ruotava attorno alla bottega o al mercato, sta cambiando pelle: cibi e bevande, infatti, possono essere acquistati da almeno una dozzina di altri modelli di vendita al…