Crea

Smart city: una tesi su un nuovo panel di servizi per i trasporti pubblici


Smart city. Una città fatta di paline, pensiline, chioschi informativi grazie alle tecnologie Rfid, a una sensoristica avanzata, alla realtà aumentata e a un nuovo tipo di digital signage interattivo possono diventare strumenti per erogare servizi a valore aggiunto a cittadini e turisti durante l’attesa del mezzo di trasporto. Anche questa è Internet of Things, ma quando viene applicata alle realtà urbane, attiva una logica di e-gov che dà vita a un’innnovativa piattaforma di Citizen relationship Management (Crm). La gente riconosce meglio il panel tecnologico se viene chiamato Smart city. Progettare un insieme di servizi per il Tpl è diventata oggetto di una tesi, intitolata “Atac Attack – User Centered Service Design per i Tpl”.

smart city tesi

Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione
Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale

Corso di Laurea Specialistica in Editoria, Comunicazione
Multimediale e Giornalismo
Cattedra: Interazione Uomo – Macchina

Laureanda: Simona Pontremolesi
Relatore: Prof. Carlo Maria Medaglia
Correlatore: Prof.ssa Francesca Comunello

Atac Attack – User Centered Service Design per i Tpl nelle smart city

Il 50% della popolazione vive in città. Enntro il 2050 la percentuale salirà al 70%. Due le necessità: sostenibilità dell’aumento della densità urbana e agilità e flessibilità per adattarsi alle nuove sfide ambientali, economiche e sociali. Secondo l’accezione comune ( Komminos, Giffiger, Glaser) le smart cities sono delle città che combinano 6 caratteristiche:
1) Economia Intelligente
Spirito innovativo. Imprenditorialità. Flessibilità del mercato del lavoro
2) Capitale Umano
Investimento nella conoscenza, Partecipazione pubblica, Pluralità sociale ed etnica
3) Ecosostenibilità
Tutela dell’ambiente, Riduzione dell’inquinamento, Utilizzo di risorse ecosostenibili
4) Qualità della vita
Strutture culturali, Sicurezza individuale, Maggiori strutture per l’istruzione
5) Smart Governance
Servizi pubblici e sociali, Partecipazione nel processo decisionale, Governance trasparente
6) Mobilità Intelligente
Accessibilità locale e (inter-)nazionale
Disponibilità di infrastrutture ICT, Sistema di trasporto sostenibile, innovativo e sicuro

In questo scenario il sistema del TPL diventa un elemento centrale delle smart citiy e la sua evoluzione si rende necessaria. Elementi secondari del sistema TPL come paline, pensiline, chioschi informativi possono, attraverso le nuove tecnologie, diventare strumenti per erogare dei servizi a valore aggiunto ai cittadini e ai turisti durante l’attesa del mezzo di trasporto. Per la realizzazione del progetto Atac Attack sono Sono state adottate le metodologie proprie dell’interaction design per progettare prodotti interattivi facili da usare, utili, efficaci e che forniscano un’ottima user experience. Al fine di rilevare quali siano i bisogni dei viaggiatori dei mezzi del trasporto pubblico, ci si è avvalsi di uno studio condotto all’interno del progetto Wi-Move (Celata, Marinelli, 2010). Per la pensilina intelligente, in dettaglio, sono stati considerati diversi aspetti in termini di contenuto, finalità e valore aggiunto: informazioni, intrattenimento/adevertising, ecosostenibilità e sicurezza.
Informazione:
Attraverso l’uso del digital signage, tramite un display interattivo è possibile consultare informazioni relative ai servizi Tpl come, ad esempio, tempi di attesa (aggiornati e sempre visibili9, avvisi, calcolo del percorso, orientamento locale tramite Realtà Aumentata e informazioni turistiche. A questo si aggiunge servizio Internet Wi-Fi.
Advergame
Un pannello consente di abilitare giochi interattivi, realizzati attraverso partnership commerciali e fruibili attraverso uno schermo touch screen che intrattiene gli utenti nei momenti di attesa e fornisce revenues al gestore del Tpl. A questo si aggiunge un pavimento a display che, attraverso proiezioni video interattive coinvolge gli utenti in scenari insoliti e coinvolgenti).
Smart Poster
Un poster intelligente, dotato di smart code permette agli utenti di accedere velocemente a informazioni e servizi attraverso telefonino o device mobile come, ad esempio, il sito web di Atac Mobile o i servizi di bigliettazione. Per accedere al servizio e sufficiente scattare una foto al codice con un dispositivo mobile abilitato (iPhone, Android, Wm, Symbian e via dicendo).
Sicurezza
videsorveglianza, chiamate di emergenza, illuminazione sempre presente

La definizione dei requisiti per i totem quadripartita nelle seguenti aree:
Funzionali
•Priorità informazioni sul TPL
•Servizio di orientamento
Contenuto
•Informazioni aggiornate e modulari
•Contenuti di facile e rapida comprensione
Comunicazione
•Tono della comunicazione coerente con quello usato in altri canali (sito web, mobile, etc)
•Informazioni turistiche
Usabilità
•Efficacia
•Efficienza
•Sicurezza
•Utilità
•Facilità di apprendimento e di ricordo
Il progetto è stato realizzato e testato con analisi dei log e, in generale, dei feed back dell’interazione utente/servizi.

Per ulteriori informazioni su questo lavoro di tesi contattare:
Erjka Priori
Responsabile comunicazione e marketing
Cattid
erjka.priori@yahoo.it
06/49910804


Il CATTID (Centro per le Applicazioni della Televisione e delle Tecniche d’Istruzione a Distanza) dell'Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, è strutturati in “Laboratori” tra i quali quello RFID Lab, un laboratorio di test e integrazione per tecnologie di Identificazione a Radio Frequenza. All’interno dell'Università “La Sapienza”, il RFID Lab integra le proprie competenze con quelle del Dipartimento di Controllo e Gestione delle Merci e del loro impatto sull’ambiente (ora Dipartimento per le Tecnologie, le Risorse e lo Sviluppo) della Facoltà di Economia, del Centro d’eccellenza per i Trasporti e la Logistica della Facoltà di Ingegneria e del Pictorial Computing Laboratory della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali.

    Guarda i commenti