News dai Soci

Sullo scuolabus e in mensa, con la cartella e l’Rfid

0 1

Citizen relationship management con l’Rfid nel napoletano, dove la pubblica amministrazione locale ha da tempo intrapreso una gestione dei servizi al cittadino appoggiata all’uso combinato alle smarcard e ai lettori a radiofrequenza Softwork.

La soluzione
Per coordinare i servizi di trasporto e di mensa scolastica Sant’Antonio Abate ha scelto di ottimizzare gestione e controllo dei processi a supporto di una popolazione di 18mila abitanti di cui 3mila studenti. In dettaglio, è stata implementata una soluzione che coinvolge le scuole elementari e medie, interessando circa mille alunni che usufruiscono del servizio di trasporto scolastico.

I partner del progetto
Partner tecnologico del progetto Astacom, di Avellino.
E-Student, realizzato su tecnologia Softwork, opera alla frequenza 13.56MHz (Iso 15693), che, tra i vari benefici, annovera anche l’anti-collisione, quindi la lettura multitag che si può verificare nel caso in cui più studenti espongano il loro badge all’antenna di rilevazione, senza richiedere quindi una lettura sequenziale.
In particolare, i badge sono in Pvc e hanno un formato credit card, personalizzato con la grafica del comune.

I vantaggi
A ogni studente viene consegnato un badge integrato con un tag Rfid passivo rilevato dall’operatore sul bus al momento della salita e della discesa o all’ingresso in mensa. La georeferenziazione associata al sistema, chiamato E-Student, consente una visualizzazione in back office anche su sistema cartografico degli accessi (salita e discesa) dei singoli studenti allo scuolabus, oltre alla rilevazione dei percorsi reali effettuati dai singoli mezzi: sono così abbattuti i costi ed eliminati eventuali abusi derivanti dall’uso dei singoli scuolabus.
La medesima logica opera anche nell’ambito della mensa: qui gli operatori scolastici, posizionati all’ingresso della scuola, sono dotati di palmare integrato con tecnologia Rfid, al fine di registrare il consumo di un pasto da parte degli alunni. L’informazione viene poi trasferita alla mensa scolastica in modo da conoscere a priori il numero dei pasti da erogare; le informazioni sull’avvenuto consumo del pasto vengono invece trasferite al server presso gli uffici scolastici per la relativa contabilizzazione..

Microsite di:  / 

RFID Global by Softwork
RFID Global by Softwork

Distributore a valore aggiunto e produttore di sistemi RFID, RFID Global è focalizzato sulle componenti (hardware) delle soluzioni RFID. La produzione di propri apparati RedWave, l’attività del dipartimento R&D, l’esperienza “sul campo” di un team di progettisti, sintetizzabile in oltre 140 anni/uomo, il ricco calendario di training ed un network di rivenditori certificati completano la nostra proposta. Sito corporate: www.rfidglobal.it

Rispondi

Digital news Il meglio, a confronto

  • occhiali a realtà aumentata a teatro

    Nessun dorma (con i Google Glass)! La principessa Turandot va in scena indossando gli occhiali a realtà aumentata

    Google Glass a teatro, non certo per motivi glamour ma per godersi lo spettacolo con un pizzico di tecnologia in più: con gli occhiali a realtà aumentata, infatti, è il Teatro Lirico di Cagliari ad aver messo in scena uno spettacolo esclusivo e ad alto ingaggio in occasione della prima del capolavoro di Giacomo Puccini. Il titolo della…

  • protocollo open source per la iot

    Open Interconnect Consortium promuove la diffusione dell’Internet of Things e realizza un protocollo open source

    Stabilire un protocollo open source per la Internet of Things, definire i requisiti di connettività per tutti i dispositivi smart o dotati di Rfid, Nfc o tecnologie Bluetooth, realizzare un programma di certificazione dei prodotti: sono questi gli obiettivi dell’Open Interconnect Consortium formato da un network di attori del calibro di Atmel, Broadcom, Dell, Intel, Samsung e Wind…

  • Gioielli-intelligenti-nella-Internet-of-Things

    Gioielli intelligenti: la Internet of Things va di moda ed è preziosa (soprattutto perché torna utile)

    Gioielli intelligenti che, grazie a uno speciale sensore, indossati avvertono che è arrivata posta, sta suonando il telefono sprofondato nella borsa o un messaggio urge risposta. Nella Internet of Things la digital life e le tecnologie indossabili sono un must indissolubile: il ciondolo, il bracciale o l’anello diventano comunicanti ed è una bella cosa. La moda è effimera, capricciosa e volatile,…

Idee e pensieri dagli opinionisti del Loft

  • commerce-in-italia

    E-commerce in Italia? I dati raccontano che ormai più della metà degli internauti acquista on line (soprattutto fashion, ma anche design)

    Giro di boa dell’e-commerce in Italia che vede oltre la metà dei Web surfer sposare la causa della spesa online. Negli ultimi tre mesi sono stati oltre 16,2 milioni gli utenti italiani che hanno fatto i loro acquisti su Internet, facendo decollare le vendite (soprattutto nelle aree ad alto tasso di attrazione: fashion e design)….

  • distribuzione

    La distribuzione alimentare ieri, oggi e domani. Negozi alla riscossa: il passato rivisto e corretto dal made in Italy

    Cambiamenti economici, demografici, tecnologici e un nuovo stile di vita hanno contribuito allo sviluppo di nuove soluzioni di vendita nel campo della distribuzione alimentare. Un mondo che tradizionalmente ruotava attorno alla bottega o al mercato, sta cambiando pelle: cibi e bevande, infatti, possono essere acquistati da almeno una dozzina di altri modelli di vendita al…

  • creare-una-app

    Creare un’app è una cosa seria (se vuoi farla bene). I passi essenziali da rispettare in una guida per punti

    La multicanalità mobile è un mercato goloso e la proliferazione di aziende specializzate contribuisce a diffondere l’errato convincimento che creare un’app mobile sia relativamente facile, ma la realtà è molto diversa (chi non ha fatto esperienza di app che non funzionano soprattutto in termini di tecnologia e usabilità?). Che si tratti di soluzioni per il…