News dai Soci

Tag Rfid per la spazzatura: l’ultimo modello si chiama INSKYL2-G2iL

0 13

Tag Rfid progettati appositamente per gestire uno degli argomenti più complessi della Pubblica Amministrazione: i rifiuti. Lab Id, leader europeo nella produzione di inlay Rfid, ha messo all’opera i suoi sviluppatori. Il risultato è un nuovissimo tag Rfid studiato appositamente per applicazioni nell’ambito della raccolta differenziata.

tag-rfid-spazzatura

I sistemi di raccolta e di smaltimento della spazzatura sono processi che richiedono una logistica e una georeferenziazione particolari. Ogni realtà comunale e provinciale negli anni ha cercato di risolvere l’argomento  in diversi modi. L’utilizzo dei tag Rfid porta una tracciabilità garantita e messa a sistema che permette di razionalizzare lo smaltimento, consentendo di gestire al meglio la raccolta differenziata e l’indifferenziata, a tutto vantaggio di una nuova economia all’insegna dell’ecologia. Tant’è che in tutto il mondo crescono i casi di utilizzo dei tag Rfid che, a seconda dei sistemi prescelti, vengono usati in vari modi: sui cassonetti, sui mezzi di trasporto, sui secchielli di raccolta o su ogni singolo sacchetto.

Un nuovo tag Rfid che funziona in tanti ambienti diversi

tag-rfid-rifiutiIl nuovo tag Rfid di Lab Id si chiama INSKYL2-G2iL ed è un transponder con configurazione dipolo dalle dimensioni estremamente contenute: 54×18 millimetri.

“Per il suo rapporto prezzo/prestazioni – spiega Giovanni Codegoni, responsabile commerciale di Lab Id – il tag Rfid INSKYL2-G2iL è particolarmente indicato per essere utilizzato in situazioni di alti volumi, garantendo costi contenuti. Il prodotto è già disponibile e può essere utilizzato (come gia’ stato fatto in casi reali) anche in presenza di liquidi/metalli con opportune accortezze implementative”.

Il prodotto sfrutta il chip NXP G2iL della famiglia U-code, componente di ultima generazione capace di offrire sensibilità e prestazioni elevate. Grazie al suo profilo in frequenza e al suo pattern di radiazione, il tag dimostra ottimi risultati sull’applicazione nei sacchetti monouso anche con diverse modalità di lettura. I test effettuati in laboratorio e le prime applicazioni dal vivo confermano le ottime letture multiple sui rotoli con palmari di media potenza.

Microsite di:  / 

Lab Id

LAB ID srl è un’azienda leader nella realizzazione di prodotti e soluzioni basati su tecnologia RFID. Nata nel 2002 con la missione di realizzare un progetto nell’area dell’identificazione per il settore del tessile è stata una delle prime realtà produttive in Italia ad investire nel potenziale della tecnologia. Nello stabilimento presso Bologna LAB ID progetta e produce inlay/tag RFID passivi ( HF e UHF) e sistemi di lettura. Anni di esperienza sul campo ed il Know How del Centro di Ricerca e Sviluppo interno garantiscono flessibilità ed efficienza nell’offrire soluzioni sia standard sia personalizzate, nell’ottica di rispettare i requisiti del settore di destinazione.

Rispondi

Digital news Il meglio, a confronto

  • Acciaieria-siderurgia-Rfid

    Ori Martin sceglie l’Rfid. Così la siderurgia incontra l’identificazione automatica più innovativa

    Ori Martin, specialista nella produzione di acciai speciali per il settore automobilistico in particolare e per l’industria meccanica in generale, ha scelto di investire nell’Rfid per un progetto di identificazione automatica, automazione e controllo delle fasi successive alla produzione del tondo in rotoli laminato a caldo. Nell’acciaieria bresciana la tecnologia Rfid per l’identificazione automatica ha rappresentato una sfida impegnativa, superata grazie ad…

  • Servizio-wi-fi

    Un nuovo concept di servizio Wi-Fi per Gruppo Miroglio che offre un supporto omnicanale anche alla shopping experience

    Condivisione, collaboration e CRM ad alto valore aggiunto per Gruppo Miroglio che reingegnerizza il servizio Wi-Fi offrendo connessione e accesso alle informazioni a dipendenti e consumatori. Dispositivi mobili e servizi Wi-Fi diventano il braccio armato della comunicazione e del business, consentendo maggiore sicurezza e presidio anche in store. Nato nel 1947 ad Alba, in provincia di Cuneo,…

  • auto-del-futuro-Rfid

    Più sicurezza sulle strade grazie alle auto del futuro: la Internet of Things protagonista del progetto Drive C2x

    Belle, sensibili, sicure e intelligenti: le auto del futuro saranno molto più di un mezzo per gli spostamenti grazie a sensori, tag Rfid, Gprs e tecnologie da fantascienza. Gli Intelligent Trasnport System (Its) sono infatti un capitolo fondamentale delle smart city. Molti i progetti in strada. Drive C2x, ad esempio, è uno studio finanziato dall’Unione Europea per il settore automotive con…

Idee e pensieri dagli opinionisti del Loft

  • commerce-in-italia

    E-commerce in Italia? I dati raccontano che ormai più della metà degli internauti acquista on line (soprattutto fashion, ma anche design)

    Giro di boa dell’e-commerce in Italia che vede oltre la metà dei Web surfer sposare la causa della spesa online. Negli ultimi tre mesi sono stati oltre 16,2 milioni gli utenti italiani che hanno fatto i loro acquisti su Internet, facendo decollare le vendite (soprattutto nelle aree ad alto tasso di attrazione: fashion e design)….

  • distribuzione

    La distribuzione alimentare ieri, oggi e domani. Negozi alla riscossa: il passato rivisto e corretto dal made in Italy

    Cambiamenti economici, demografici, tecnologici e un nuovo stile di vita hanno contribuito allo sviluppo di nuove soluzioni di vendita nel campo della distribuzione alimentare. Un mondo che tradizionalmente ruotava attorno alla bottega o al mercato, sta cambiando pelle: cibi e bevande, infatti, possono essere acquistati da almeno una dozzina di altri modelli di vendita al…

  • creare-una-app

    Creare un’app è una cosa seria (se vuoi farla bene). I passi essenziali da rispettare in una guida per punti

    La multicanalità mobile è un mercato goloso e la proliferazione di aziende specializzate contribuisce a diffondere l’errato convincimento che creare un’app mobile sia relativamente facile, ma la realtà è molto diversa (chi non ha fatto esperienza di app che non funzionano soprattutto in termini di tecnologia e usabilità?). Che si tratti di soluzioni per il…