News dai Soci

Prestigioso riconoscimento alle ricerche di RFID Lab Università di Parma

0 15

L’ing. Massimo Tizzi ha concluso il proprio corso di Dottorato di Ricerca presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale e per la sua tesi ha ricevuto dalla casa editrice Inglese Emerald Group Publishing e dalla European Foundation for Management Development il premio “Outstanding Doctoral Research Award 2011” .
Il Dott. Massimo Tizzi ha frequentato il XXIII ciclo Di Dottorato di Ricerca in Ingegneria Industriale presso l’Università degli Studi di Parma e ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca lo scorso gennaio, discutendo una tesi intitolata “Engineering And Deployment of an Rfid Pilot In The Apparel Supply Chain”, che ha avuto come relatore il Prof. Antonio Rizzi, Docente dell’Ateneo di Parma.
Il riconoscimento “Outstanding Doctoral Research Award 2011” è promosso da Emerald Group Publishing Limited e dall’European Foundation for Management Development (EFMD). La prima è una casa editrice scientifica internazionale che da più di 40 anni pubblica articoli scientifici con un impatto sul business, sulla società, sulle politiche pubbliche e sulla formazione, con più di 700 titoli a catalogo, tra riviste scientifiche internazionali, libri e serie di libri. EFMD è invece un’organizzazione internazionale con sede a Bruxelles, che annovera più di 700 membri di 81 paesi, tra università, industrie, enti pubblici e centri di ricerca, con lo scopo di favorire la ricerca, la formazione, l’innovazione e lo sviluppo di best practices nel settore del management aziendale.
Il premio “Outstanding Doctoral Research Award 2011” riconosce i 12 migliori progetti di ricerca sviluppati durante un Dottorato di Ricerca, suddivisi in differenti categorie, ciascuna delle quali è sponsorizzata da una rivista della casa editrice Emerald. Massimo Tizzi si è aggiudicato il premio nella categoria in “Logistics and Supply Chain Management” sponsorizzata dall’International Journal of Physical Distribution & Logistics Management. Massimo Tizzi riceverà dalla European Foundation for Management Development il certificato ufficiale del premio ed il logo di cui potrà fregiarsi nella corrispondenza.
La tesi di Massimo Tizzi si inserisce all’interno delle attività di ricerca di RFID lab (www.rfidlab.unipr.it). RFID Lab è un centro di ricerca dell’Università degli Studi di Parma di riconosciuta eccellenza internazionale, dove si studiano le applicazioni della tecnologia RFID (Radio Frequency Identification) alla logistica e alla gestione integrata della filiera. Fondato nel 2006 dal Prof. Antonio Rizzi, RFID lab si propone come laboratorio d’avanguardia, sede delle prime sperimentazioni italiane e mondiali riguardanti la tecnologia RFID. Le attività, abbracciano un’ampia casistica di settori industriali dal food e largo consumo, al settore tessile e abbigliamento, la sanità e le pubbliche amministrazioni in genere.
In particolare le attività di Massimo Tizzi si inseriscono nel progetto di ricerca “RFID Fashion Pilot” (www.rfp.unipr.it ), una sperimentazione pionieristica sulle applicazioni della tecnologia RFID nel settore tessile e abbigliamento, la cui prima fase si è conclusa nel 2011. La borsa di Dottorato di Massimo Tizzi è una delle 3 borse di Dottorato finanziate da Id-Solutions (www.id-solutions.it ), spinoff dell’Università degli Studi di Parma, che ha seguito l’implementazione tecnologica del progetto.
Dopo il riconoscimento recentemente ricevuto dal Prof. Antonio Rizzi dall’International Logistics and Supply management conference, un nuovo premio testimonia l’eccellenza della ricerca portata avanti dal centro di ricerca dell’Università di Parma, recentemente confluito nella rete regionale del Tecnopolo di Parma.

“si tratta di un prestigioso riconoscimento attribuito da due organismi di assoluto rilievo scientifico internazionale” sottolinea Antonio Rizzi, relatore della tesi, nonché fondatore e responsabile delle ricerche di RFID Lab, “Massimo Tizzi si è sicuramente distinto come uno dei migliori studenti di Dottorato e il suo contributo alle attività di ricerca è stato fondamentale, Il premio va anche indirettamente anche a tutto il gruppo di ricerca che insieme a lui ha sviluppato in questi anni il progetto RFID Fashion Pilot”

Microsite di:  / 

Rfid Lab Parma

RFID Lab (www.rfidlab.unipr.it) nasce dalla pluriennale attività di ricerca in corso presso l’Università degli Studi di Parma presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale. In tale sede si studiano le applicazioni della tecnologia RFID e del sistema EPC nei processi di business. RFID lab si propone come laboratorio d’avanguardia e di eccellenza mondiale, sede delle prime sperimentazioni italiane riguardanti la tecnologia RFID UHF class1 gen2.

Rispondi

Digital news Il meglio, a confronto

  • Servizio-wi-fi

    Un nuovo concept di servizio Wi-Fi per Gruppo Miroglio che offre un supporto omnicanale anche alla shopping experience

    Condivisione, collaboration e CRM ad alto valore aggiunto per Gruppo Miroglio che reingegnerizza il servizio Wi-Fi offrendo connessione e accesso alle informazioni a dipendenti e consumatori. Dispositivi mobili e servizi Wi-Fi diventano il braccio armato della comunicazione e del business, consentendo maggiore sicurezza e presidio anche in store. Nato nel 1947 ad Alba, in provincia di…

  • auto-del-futuro-Rfid

    Più sicurezza sulle strade grazie alle auto del futuro: la Internet of Things protagonista del progetto Drive C2x

    Belle, sensibili, sicure e intelligenti: le auto del futuro saranno molto più di un mezzo per gli spostamenti grazie a sensori, tag Rfid, Gprs e tecnologie da fantascienza. Gli Intelligent Trasnport System (Its) sono infatti un capitolo fondamentale delle smart city. Molti i progetti in strada. Drive C2x, ad esempio, è uno studio finanziato dall’Unione Europea per il settore automotive con…

  • Moverio BT-200 di Epson - smart glass per la realtà aumentata

    Occhiali intelligenti e realtà aumentata: con Moverio Epson fa crowdsourcing sulle nuove frontiere applicative

    I Google Glass sono stati solo i primi a sdoganare la realtà aumentata al popolo dei consumatori. Oggi anche Epson dice la sua lanciando i suoi occhiali intelligenti (dal nome impossibile): Epson Moverio Bt-200. Tecnologia ecelettica e versatile, da qualche tempo l’augmented reality ha trovato applicazione nei settori più disparati anche in Italia: dall’arte al turismo, passando per il gaming…

Idee e pensieri dagli opinionisti del Loft

  • commerce-in-italia

    E-commerce in Italia? I dati raccontano che ormai più della metà degli internauti acquista on line (soprattutto fashion, ma anche design)

    Giro di boa dell’e-commerce in Italia che vede oltre la metà dei Web surfer sposare la causa della spesa online. Negli ultimi tre mesi sono stati oltre 16,2 milioni gli utenti italiani che hanno fatto i loro acquisti su Internet, facendo decollare le vendite (soprattutto nelle aree ad alto tasso di attrazione: fashion e design)….

  • distribuzione

    La distribuzione alimentare ieri, oggi e domani. Negozi alla riscossa: il passato rivisto e corretto dal made in Italy

    Cambiamenti economici, demografici, tecnologici e un nuovo stile di vita hanno contribuito allo sviluppo di nuove soluzioni di vendita nel campo della distribuzione alimentare. Un mondo che tradizionalmente ruotava attorno alla bottega o al mercato, sta cambiando pelle: cibi e bevande, infatti, possono essere acquistati da almeno una dozzina di altri modelli di vendita al…

  • creare-una-app

    Creare un’app è una cosa seria (se vuoi farla bene). I passi essenziali da rispettare in una guida per punti

    La multicanalità mobile è un mercato goloso e la proliferazione di aziende specializzate contribuisce a diffondere l’errato convincimento che creare un’app mobile sia relativamente facile, ma la realtà è molto diversa (chi non ha fatto esperienza di app che non funzionano soprattutto in termini di tecnologia e usabilità?). Che si tratti di soluzioni per il…