A Capri si gira meglio, c’è l’Rfid

I turisti ringraziano: niente più traffico selvaggio e code per raggiungere il proprio hotel a Capri grazie all’Rfid.
Generale Sistemi, Zucchetti e Adviser hanno realizzato e installato a fine giugno 2011 un sistema di regolazione automatica e in tempo reale del traffico.

La soluzione adottata dalle quattro aziende partner ha consentito il monitoraggio automatico dei veicoli elettrici adibiti al trasporto delle merci e dei bagagli. I mezzi sono stati dotati di un apposito tag Rfid TagMaster a lungo raggio, così da garantire il rispetto degli orari e dei percorsi assegnati. L’isola infatti si caratterizza per la presenza di viuzze strette, soffocate per contro da un alto numero di veicoli e pedoni, siano essi abitanti o turisti. Si rendeva quindi urgente una regolamentazione della mobilità più evoluta, capace di tenere conto anche dei movimenti dei turisti sull’isola.

Dopo un’analisi di fattibilità, curata dalla divisione Kronotech di Zucchetti, si è arrivati al calcolo del numero massimo dei mezzi che potevano circolare per ogni frazione di tempo. Il dato viene continuamente modificato in funzione delle variabili di traffico. In termini pratici quindi, ogni richiesta o necessità di trasporto viene inserita in un web server che assegna automaticamente ai veicoli orari di transito ‘personalizzati’, in grado di fluidificare la mobilità e ottimizzare il servizio in una logica di viabilità intelligente.

Per rispettare le peculiarità architettoniche dell’isola sono stati realizzati lettori a basso impatto visivo e ambientale. Tre i modelli di lettori TagMaster utilizzati, LR-3, LR-6 e LR-12, forniscono un feedback al server in tempo reale, che a sua volta elabora gli orari e i percorsi consentiti. Fondamentale per il successo del progetto è stata la possibilità di ottimizzare ‘in corsa’ il raggio d’azione e la precisione di lettura dei dispositivi, installati dalla napoletana Adviser.

“Il controllo del traffico è diventato una priorità urgente per un numero sempre maggiore di pubbliche amministrazioni – ha commentato Adolfo Deltodesco, amministratore delegato di Generale Sistemi -: le città hanno ormai raggiunto un livello di congestione altissimo e regolamentare la viabilità significa anche migliorarla. Le tecnologie Rfid a lungo raggio sono adatte a questo tipo di applicazione, poiché lavorano in tempo reale, sono flessibili e affidabili e sono e garantiscono i risultati sperati”.

1 commento su “A Capri si gira meglio, c’è l’Rfid”

  1. Aspettiamo di?vedere i risultati, io scommetto che non funziona meglio dei semafori che hanno quegli algoritmi (molto datati e arcinoti in realt? http://it.wikipedia.org/wiki/Deflusso_veicolare) implementati su valori medi.Piuttosto mi sembra che mettere su l’intero stack applicativo aumenti l’opportunit? di down del sistema, che potrebbe incepparsi in milioni di modi rispetto ai pochi disservizi presentati appunto dai semafori che mediamente devono essere spenti per non funzionare.

    Vedremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *