Computer o tablet? Se ti stai facendo questa domanda non temere: sei in buona compagnia. Ci stanno pensando proprio in questo istante anche centinaia di progettisti e designer in California, in Cina e altrove. E se dopo aver visto i migliori notebook e i migliori tablet sul mercato hai ancora dei dubbi non temere: sei in ottima compagnia perché la risposta è tutt’altro che scontata.

Da un paio d’anni a questa parte siamo di fronte a una trasformazione nel mondo dei computer portatili. Mentre i tablet tradizionali stanno subendo un netto calo nelle vendite, i notebook continuano a vendere. Ma si sta ormai affermando una nuova categoria, quella dei trasformabili 2 in 1. Si tratta in effetti di alcune categorie di prodotto diverse, ma che si propongono tutte di trovare una soluzione ibrida capace di superare il dualismo computer o tablet.

Scopri le guide all’acquisto esclusive con le recensioni dei Crowdy Awards ai migliori droni, i migliori smartphone, i migliori notebook e i migliori tablet dell’anno.

In termini di numeri, le vendite di tablet tradizionali sono sempre più minacciate dal crescente successo dei trasformabili 2 in 1 (vedi anche: che cos’è un 2 in 1?).

Approfondiamo quindi il concetto di 2 in 1. E poi vedremo alcuni modelli che meglio rappresentano questa nuova filosofia.

Computer o tablet? Una domanda legittima

Quando nel 2010 Steve Jobs presentò il suo primo iPad in pochi avrebbero scommesso che l’uso del tablet sarebbe stato così vario. Usiamo i tablet PC per navigare in rete, ascoltare musica e giocare, certo. Ma anche per collegarci alla rete aziendale, scrivere, lavorare.

E il problema sta proprio qui: quando abbiamo fra le mani un computer portatile lo usiamo per fare grosso modo le stesse cose. Arriviamo perfino ad avere sul tavolo computer e tablet insieme, anche quando scegliere fra tablet o PC basta e avanza.

La differenza tra tablet e PC

A ormai 6 anni dall’invenzione del tablet questi due dispositivi si assomigliano ogni giorno di più. Processori di egual potenza, applicazioni che funzionano su entrambi, perfino i prezzi sono sempre più vicini. L’unica barriera che sembrava invalicabile è la tastiera. Ma oggi non più. I nuovi computer trasformabili 2 in 1 (li chiamano così proprio perché un nome per un ibrido ancora non c’è) sono usciti dalla sperimentazione rappresentano ormai una vera alternativa. non tablet o portatile, ma entrambi.

Meglio tablet o notebook? 3 filosofie a confronto

Come dicevamo, i grandi produttori di computer studiano da tempo la questione. Per loro la differenza fra computer e tablet sta nei dati di vendita, per lo più. Ma noi possiamo studiare le loro mosse per capire cos’hanno capito del nostro modo di usare la tecnologia.

Computer o tablet? Per Apple sono due cose diverse

Apple non crede ai computer trasformabili. Non ancora. Sarà perché i suoi computer portatili vendono benissimo e i suoi tablet ancora di più. Che motivo c’è, si domandano probabilmente a Cupertino, per produrre un trasformabile Apple quando andiamo tanto bene senza? Qualcuno ritiene che anche la Apple farà presto un passo in questa direzione, ma per il momento, per i discepoli di Steve Jobs, la domanda computer o tablet? resta aperta.

Va detto comunque che i nuovi tablet di Apple, gli iPad Pro, sono già di fatto dei trasformabili, anche se l’azienda ancora non li chiama così. Tutti gli iPad Pro si possono usare con una tastiera (che si compra a parte ed è piuttosto costosa), diventando dei sostituti del computer. L’usabilità non è ancora uguale a quella di un Macbook, ma le ultime versione di iOS permettono di avvicinarsi parecchio.

Il miglior dispositivo Apple per chi cerca un ibrido tablet computer è l’iPad Pro 12.9.

Per Microsoft, tablet e computer saranno presto la stessa cosa

A Redmond la vedono diversamente. Nella ricerca di una nuova identità, alcune aziende di stanno orientando sui trasformabili. È il caso per esempio dei nuovi tablet Huawei. Microsoft ha abbracciato con decisione il concetto di computer trasformabile 2 in 1 e il suo Surface, nelle sue varie declinazioni, è oggi uno dei computer portatili più apprezzati al mondo.

Il Microsoft Surface è un tablet potente, che si trasforma in un notebook a tutti gli effetti con una tastiera che si compra a parte. Chi l’ha usato si è detto più che soddisfatto e non ha sentito l’esigenza di tornare a a un computer tradizionale.

Nel 2017 appare ormai chiaro che la filosofia dei trasformabili Surface Microsoft sembra vincente. Tant’è che molte aziende stanno in qualche modo copiando questo concetto con prodotti dalle caratteristiche simili.

Il miglior dispositivo Microsoft per chi cerca un ibrido tablet computer è il Surface Pro.

Intanto ASUS, i trasformabili, li vende

In questa guerra di idee, ASUS rappresenta il pragmatismo. L’azienda ha visto un’opportunità commerciale e ci si è buttata prima di altri. Oggi i modelli di computer trasformabili 2 in 1 Asus sono decine e si comprano a prezzi bassissimi, anche inferiori ai 300 euro. Si chiamano Transformerbook e Fip e vanno che è una meraviglia.

Il miglior trasformabile ASUS si chiama Zenbook Flip UX360.

Il trasformabile 2 in 1 è il futuro ibrido fra tablet e portatile

Insomma, nonostante il mercato ci stia ancora pensando, la risposta alla domanda meglio computer o tablet esiste già. Si chiama computer trasformabile 2 in 1.