Cos’è un 2 in 1? In estrema sintesi: un computer portatile che può trasformarsi in un tablet ruotando il monitor a 360 gradi. Oppure un tablet capace di trasformarsi in notebook con l’aggiunta di una tastiera. Ma basta un’occhiata ai trasformabili 2 in 1 in commercio per accorgersi che le soluzioni tecnologiche dei portatili 2 in 1 sono molte e diverse fra loro.

compaq tc1000 storia dei 2 in 1

Compaq TC1000: il primo trasformabile 2 in 1 della storia.

Sebbene il concetto dei 2 in 1 sia nato solo pochi anni fa, le aziende del settore sono da tempo alla ricerca di soluzioni capaci di migliorare l’usabilità dei compute portatili. Apple, una delle aziende che ancora non ha deciso la propria strategia a proposito dei 2 in 1, aveva lanciato nel lontano 1992 il Powerbook Duo, un portatile che si poteva inserire in un desktop.

Ma il primo 2 in 1 risale addirittura al 2002. Il Compaq TC1000, che aveva una vera e propria tastiera staccabile e si trasformava di fatto in un tablet, prima ancora che i tablet venissero inventati commercialmente.

Cos’è un 2 in 1 e a cosa serve?

Oggi in commercio esistono due categorie di 2 in 1. La prima è composta da computer portatili che hanno tutte le componenti di un notebook, ma il cui display si può ripiegare all’indietro trasformando all’occorrenza il dispositivo in un tablet. Fanno parte di questa categoria i trasformabili 2 in 1 più costosi, come per esempio il Microsoft Surface Book e lo Spectre X360 di HP. La seconda è composta da dispositivi più simili a un tablet, che possono però funzionare come un notebook se gli si collega una tastiera, che in genere va comprata a parte. Fanno parte di questa categoria il Microsoft Surface Pro e l’Asus Transformer Book T300, ma anche la nuova generazione di tablet Apple iPad Pro.

Cos’è un 2 in 1: la flessibilità è l’arma vincente

Una cosa è certa, oggi i computer 2 in 1 stanno avendo un incredibile successo. Nella scelta fra computer o tablet sono ormai un’alternativa convincente. Il motivo è semplice: la tecnologia ha fatto passi da gigante negli ultimi anni e permette oggi si realizzare computer ibridi sufficientemente solidi e resistenti da competere con i notebook tradizionali.

Lenovo ThinkPad X1 Yoga (OLED)Comprare un ibrido 2 in 1 significa avere fra le mani un computer portatile a tutti gli effetti, con in più la possibilità di essere usato in molti modi diversi. Per esempio ripiegandolo “a tablet” per scrivere con la penna sullo schermo touch, oppure piegando il display solo a metà per guardare un film in santa pace senza la tastiera.

E poi c’è il discorso prezzo. È vero che alcuni trasformabili 2 in 1 costano più dei portatili tradizionali. Ma questi dispositivi permettono di risparmiare sull’acquisto di un tablet. Quindi, a conti fatti alla fine si risparmia.

Insomma, dopo aver chiarito cos’è un 2 in 1, provate a chiedervi se un 2 in 1 vi serve. La nostra risposta è la seguente. Se avete in mente di comprare un nuovo computer portatile, probabilmente un 2 in 1 fa al caso vostro, perché vi permette di non dover raggiungere nessun compromesso, portandovi a casa al tempo stesso un tablet di tutto rispetto. Allo stesso prezzo.