Cosa vuol dire 2 in 1? A cosa servono i computer ibridi trasformabili

cosa vuol dire 2 in 1

Cosa vuol dire 2 in 1? Nel mondo dei computer, il termine trasformabile 2 in 1 (oppure ibrido 2 in 1, oppure ancora convertibile 2 in 1) Viene utilizzato per definire quel computer portatili che sono in grado di trasformarsi all’occorrenza in un tablet. Oppure viceversa: un tablet che può essere usato anche come un notebook tradizionale.

Vedi anche: I migliori 2 in 1 in commercio

2 in 1 è un termine commerciale che ha iniziato a diffondersi sul mercato attorno al 2010, quando le aziende del settore erano alla ricerca di nuove modalità d’uso dei computer portatili senza però aver ancora trovato la quadratura del cerchio. In quel periodo i tablet andavano per la maggiore e rappresentavano la grande novità nel panorama digitale. Così vari produttori, come per esempio Microsoft e Asus,  hanno pensato che una buona soluzione fosse proporre ai loro clienti una soluzione due in uno, ovvero un computer capace di svolgere le funzioni tipiche di un computer portatile con in aggiunta la praticità di un tablet.

Non perderti le guide all’acquisto esclusive con le recensioni dei Crowdy Awards ai migliori smartphone, i migliori notebook e i migliori tablet del 2017.

Al di là delle intenzioni iniziali, realizzare il computer 2 in 1 ideale si è dimostrato tutt’altro che facile. Ma va detto c he oggi i migliori 2 in 1 in commercio sono ormai in grado di rivaleggiare con i migliori notebook e senza dubbio anche i tablet migliori.

Cosa vuol dire 2 in 1: due categorie di notebook ibridi

Per capire cosa vuol dire 2 in 1 va fatta una premessa:  in commercio esistono due categorie di notebook trasformabili. La prima è composta da computer portatili che hanno tutte le componenti di un notebook, ma il cui display si può ripiegare all’indietro trasformando all’occorrenza il dispositivo in un tablet. Fanno parte di questa categoria gli ibridi 2 in 1 più costosi, come per esempio il Microsoft Surface Book e lo Spectre X360 di HP. La seconda è composta da dispositivi più simili a un tablet, che possono però funzionare come un notebook se gli si collega una tastiera, che in genere va comprata a parte. Fanno parte di questa categoria il Microsoft Surface Pro e e l’Acer Switch 10 E, ma anche la nuova generazione di tablet Apple iPad Pro.