Dipendenza da Internet: il Wi-Fi è come la nicotina. Vivremo, finché banda non ci separi

Chi più, chi meno, stiamo diventando tutti Wi-Fi addicted. Uno studio americano ha riscontrato come oltre il 50% delle persone soffra di una dipendenza da Internet. Stare un giorno senza accesso al Web crea malessere. Il 75% degli intervistati dopo una settimana senza connessione Wi-Fi, si dice più scontroso che dopo sette giorni senza caffè.

La dipendenza da internet è un malessere sempre più diffuso.

Crisi di astinenza da Wi-Fi? Succede sempre più spesso

È capitato a tutti di invitare amici a cena e, subito dopo i convenevoli di rito, sentirsi chiedere qual è la password del tuo Wi-Fi? Addirittura c’è chi sceglie di andare in vacanza solo nei posti dove la connessione è garantita.
Questo è il mondo in cui viviamo, dove la dipendenza da internet è (quasi) la norma. Nel bene e nel male. Se da un lato, infatti, la connettività diffusa ha rivoluzionato il nostro modo di comunicare, aprendo enormi opportunità per le imprese e l’istruzione, dall’altro non si può negare un rovescio della medaglia meno entusiasmante. La dipendenza da Internet è formalmente conosciuta come Internet Addiction Disorder e presenta molte delle caratteristiche tipiche di altre dipendenze, come bere, fumare e giocare d’azzardo.
I sintomi più evidenti? Perdere la cognizione del tempo e vivere una digital life che porta a trascorrere ore e ore online in quella dimensione para-virtuale fatta di chat, opinioni, bacheche, post, Like, twitta e rispondi. Non è solo una dipendenza dai social, insomma, su cui molti esperti stanno indagando. C’è quacosa di più che va oltre la dimensione della relazione allargata con le persone che abitano il mondo.

Non si scherza con la dipendenza da Internet!

Gli studiosi hanno riscontrato molti effetti negativi legati alla dipendenza da Internet: vivendo cablati tra le pagine della Rete, i motori di ricerca e una crossmedialità repentina, molti soggetti perdono il senso del tempo, incontrando poi una serie difficoltà nel portare a termine i propri impegni reali.
Un altro aspetto inquietante è che una certa dipendenza da Internet porta anche a un progressivo isolamento dalla famiglia e dagli amici, inducendo a uno stato d’animo altalenante tra senso di colpa ed euforia.
Insomma, il Wi-Fi sarà un po’ come la sigaretta del futuro? Assolutamente no. E, al di là dei numeri, sappiamo che tutto dipende da come sappiamo gestire il multitasking a cui ci stanno portando le nuove tecnologie.

WiFi is the New Cigarette

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *