Se Fino a pochi anni fa il dibattito fotocamera contro smartphone era del tutto irrealistico, oggi è diventato più che mai attuale. I migliori fotocamera smartphone in commercio sono estremamente più potenti e versatili rispetto al passato e oggi permettono di scattare fotografie di buona qualità.

Scopri le guide dei Crowdy Awards ai migliori smartphone, i migliori notebook e, i migliori tablet e i migliori droni in Italia.

Nella nuova nuova generazione di smartphone top di gamma, come iPhone X, Galaxy S9 Plus e Google Pixel 2 XL, i produttori di telefoni hanno iniziato ad applicare tecnologie innovative per mettere i loro telefoni nelle condizioni di competere con le fotocamere tradizionali. E lo stanno facendo con intelligenza. La competizione non verte infatti sulla qualità pura delle immagini, perché nel confronto fotocamera contro smartphone è la macchina fotografica a vincere per via delle dimensioni delle ottiche. Ma invece di combattere una battaglia persa, Apple, Google, Samsung e gli altri stanno lavorando per migliorare le funzioni e la flessibilità delle fotocamere dei loro telefoni. Il risultato è una situazione tecnologicamente interessante e non facile da analizzare.

Oggi, lo smartphone è meglio della fotocamera in alcune situazioni, mentre la macchina fotografica resta preferibile in altre.

Ecco quindi perché le fotocamere compatte, le mirrorless e le reflex continuano a vendere. Principalmente perché grazie ai loro sensori e alla possibilità di controllare manualmente le funzioni garantiscono ancora al fotografo potenzialità creative che con gli smartphone non si possono ottenere.

Fotocamera contro smartphone

Quindi: per scattare fotografie meglio cellulare o macchina fotografica? Non esiste una risposta univoca, ma proviamo a ragionare su alcune citazioni tipiche per capire quale dispositivo sia meglio in ognuna di esse.

Cosa fare se la fotocamera dello smartphone non mette a fuoco

La vita di tutti i giorni. In condizioni normali, durante una giornata tipica di gran parte di noi, lo smartphone è la scelta ideale per scattare fotografie. È estremamente facile da usare, non richiede spese aggiuntive visto che gran parte di noi ne possiede già uno, temete di condividere molto facilmente le fotografie sui social network E offre anche la possibilità di modificarle con facilità grazie alle tante applicazioni disponibili sul mercato, sia per iPhone che per Android (Una delle migliori applicazioni si chiama SnapSeed, è realizzata da Google e gratuita per tutti).

Quando la qualità è più importante. Nel dibattito fotocamera contro smartphone, le fotocamere vincono praticamente sempre in termini di qualità dell’immagine. Hanno sensori da 20 megapixel o più e permettono di controllare tutte le funzioni della fotocamera anche in modo manuale. Un esempio classico è la profondità di campo. Per ottenere la sfocatura dello sfondo e la messa a fuoco perfetta del soggetto principale bisogna intervenire sui controlli manuali della fotocamera. Questo è possibile con uno smartphone, ma piuttosto difficile. Con le fotocamere tradizionali invece avviene in modo naturale.

Vedi anche: esiste uno smartphone senza fotocamera frontale?

Quindi, se siete alla ricerca mi immagini sofisticate, capace di differenziarsi dalla massa di fotografie che si trovano su internet, una fotocamera è senza dubbio meglio di uno smartphone.

Velocità di scatto. Se la velocità è un fattore determinante (se per esempio volete fotografare un evento sportivo cogliere l’attimo in una determinata situazione) la fotocamera è meglio dello smartphone in genere si attiva in un tempo rapidissimo premendo un pulsante fisico sulla macchina fotografica. Anche i migliori smartphone in commercio hanno fatto passi da gigante da questo punto di vista, ma la velocità di scatto con uno smartphone resta comunque inferiore quella possibile con una macchina fotografica.

Vedi anche: come disattivare il flash del telefono

Per approfondire il tema fotocamera contro smartphone puoi consultare anche la nostra guida che confronto fotocamere compatte e cellulari.