migliori server proxy

I migliori server proxy sono diventati molto popolari alla fin del 2015, quando Netfllix ha annunciato che avrebbe cercato di bloccare coloro che dall’Italia si collegavano alle edizioni internazionali del servizio di streaming per vedere film che da noi non erano disponibili.

Server proxy sembra un termine da programmatori. E lo è, in effetti. Ma al tempo stesso è sempre più popolare fra chi naviga su internet senza avere competenze tecniche. Perché? Per un semplice motivo: qualunque cosa facciamo in rete può essere tracciata e in effetti la è, anche se in genere questi dati non vengono usati. Ci sono tante ragioni per scovare i migliori server proxy, ma capiamo prima di cosa stiamo parlando.

Cosa sono gli anonymous proxy server?

I server proxy anonimi sono siti web. Sono come a una grande stazione ferroviaria dove non ci sono telecamere: dal momento che ci sei entrato puoi prendere qualunque treno e chiunque ti stia seguendo sa soltanto che sei entrato in stazione, ma non ha modo di sapere quale treno hai preso.

I migliori proxy server non sono gratuiti. O meglio: qualche anonymous proxy server gratuito c’è, ma è altamente sconsigliabile perché nasconde al 99% qualche trappola. Quindi: alla larga dai banner che pubblicizzano free proxy server! Le aziende che li offrono si fanno pagare (non molto, comunque) e in cambio mantengono una rete capace di non rallentare troppo la tua navigazione e al tempo stesso si impegnano a non divulgare a nessuno i dati che ti riguardano. Non proprio a nessuno, in effetti. I proxy server seri hanno tutti un regolamento in cui si legge che faranno di tutto per proteggere la tua privacy, ma che potrebbero fare un’eccezione in casi particolari, per esempio se ricevono una richiesta ufficiale dall’Interpol. Ma è un caso limite.

A chi servono i proxy?

Ok, senza dubbio i server proxy sono utili a trafficanti di droga, criminali internazionali, cellule dormienti dell’ISIS e ad altri soggetti poco raccomandabili. Ma loro sono quelli che potrebbero essere oggetto della richiesta dell’Interpol di cui sopra.

In realtà, il 90% di fa uso dei proxy server è composto da persone comuni. Il primo motivo è il semplice (e legittimo) desiderio di tutelare la propria privacy dai motori di ricerca e dagli internet provider. Il secondo è evitare di venir messo per svaglio nella lista nera di chi invia troppe email ed essere etichettato come spammer. Se vuoi approfondire, qui c’è un bell’articolo su questo argomento.

I proxy server sono anche molto usati da chi fa trading online, da chi usa Bitcoin e da chi gioca d’azzardo online. Insomma: chi non ha voglia di far sapere al prossimo cosa fa nel tempo libero davanti al computer sceglie sempre più spesso di usare un server proxy che è (nel caso fosse in caso di ribadirlo, del tutto legale).

Usare proxy server italiani non da di fatto alcun beneficio, se non quello della lingua in cui è scritto il sito. Ma cercando “configurazione proxy” non è poi tanto diverso da trovare “proxy set up” e attivare il traduttore di Google.

Quanto costano i proxy server anonimi?

Come abbiamo detto, esistono moltissimi proxy server gratuiti e navigando in rete sono i primi a farsi trovare. Ma qui ci concentriamo su quelli a pagamento: più affidabili e sicuri.

I prezzi degli anonymous proxy server a pagamento oscillano fra i 3 e i 10 euro al mese.

Quale scegliere?

La scelta è molto vasta: ci sono centinaia di servizi che meritano una visita. Volendo però selezionare i migliori server proxy in circolazione puoi consultare un lista molto ricca (in inglese). Ed ecco un paio di suggerimenti con un buon rapporto qualità/prezzo, che abbiamo provato di persona e riteniamo affidabili.

Il primo si chiama HideMyAss ed è disponibile anche in lingua italiana. Ha una rigida policy contro le attività illegali ed è molto affidabile. I suoi servizi costano da 6,55$ al mese per chi paga un anno intero a 11,52 al mese per chi paga mese per mese.

Il secondo fra i migliori server proxy internazionali che ci sentiamo si suggerire si chiama Anonimizer Universal, che è uno dei più professionali in circolazione. Costa 97$ l’anno, con un periodo di prova di 14 giorni. A differenza della maggior parte degli anonymous proxy server ha un piccolo software che si installa sul computer e che permette di alternare con un click la navigazione pubblica e quella privata.

A proposito dei migliori server proxy…

Se ritieni che i migliori server proxy non siano citato in questo articolo condividi la tu idea con gli altri: usa i commenti.