Che cos’è un Qr code

Qr Code è un codice bidimensionale a matrice e rappresenta l’evoluzione del tradizionale barcode. Inventato nel 1994 in Giappone dallo specialista Denso-Wave, questo tipo di smart code si è rapidamente diffuso in tutto il mondo. L’apparizione del quadratino in cui dei pixel neri compongono strani composit grafici sta diffondendosi su riviste, etichette di abbigliamento e prodotti alimentari, inserzioni, biglietti da visita e cataloghi.

A cosa serve
I vantaggi associati all’utilizzo del Qr Code sono da un lato la possibilità di condensare un grandissimo numero di informazioni e, dall’altro, di innescare un accesso intelligente alla Rete tramite l’utilizzo di tecnologie di ultima generazione.
Il valore aggiunto del Qr Code, infatti, sta nel fatto che permette un passaggio immediato dal mondo cartaceo al world wide web in un’ottica “customer friendly”, il che significa con facilità, in tempo reale e gratuitamente. L’acronimo iniziale “Qr”, infatti, sta per “quick response”, ovvero risposta rapida.

Come funziona
Il meccanismo di funzionamento è semplice: il Qr code viene letto tramite la fotocamera di un telefono cellulare. Le informazioni vengono immediatamente decodificate in formato digitale di testo permettendo, tra l’altro, il salvataggio dei contenuti nel telefonino oppure il loro inoltro via e-mail, Sms oppure Bluetooth. Ma non solo: Qr code, allo stesso tempo, consente di collegarsi a pagine Web create ad hoc e così avere accesso a informazioni aggiuntive o ad aggiornamenti, indipendentemente che si tratti di testi, video o immagini, senza vincoli legati al peso dei format.
Superando la logica delle barre, infatti, Qr code contiene al suo interno un numero molto più ampio e variegato di dati. Tradotto in numeri, può contenere, in alternativa: 7.089 caratteri numerici, fino a un massimo di 4.296 caratteri alfanumerici, 2.953 caratteri in codice binario oppure 1817 kanji e kana (caratteri giapponesi).
In pratica, lo smart code è un vero e proprio piccolo database che si presta a diverse applicazioni che inaugurano nuove strade al mobile marketing. Sfruttando dimensioni che possono variare dai grandi cartelloni pubblicitari fino a raggiungere quelle di un francobollo, effettivamente il QR Code consente un’ampia versatilità di utilizzo, permettendo di declinare il codice bidimensionale in mille modi diversi.

Lo si usa in tutti i settori, in tutto il mondo
Molte multinazionali hanno già messo in pratica il suo utilizzo in campo commerciale. In molte nazioni, ad esempio, McDonald’s li stampa sulle confezioni di hamburger per far conoscere ai propri clienti i valori nutrizionali, mentre Ikea li ha inseriti su i coupon per offrire sconti ai clienti.
Pepsi ha iniziato in Danimarca, ideando affissioni e lattine con il Qr code. Chi inquadrava il codice otteneva una bibita gratis e le informazioni sui concerti che Pepsi sponsorizza a Copenaghen.
A Londra i grandi magazzini Harrods ne hanno affisso uno di 3 metri sulla facciata ma si possono trovare anche sulle pubblicità in metropolitana o sui muri di Camden Town e Soho, dove vengono affissi volantini che riportano codici Qr con le indicazioni per feste underground.
L’Università di Oxford ha lanciato un servizio dedicato sulla propria homepage del portale Oxford Mobile, dove si possono notare dei MatrixCode (Qr-Code e Datamatrix Code) che permettono di effettuare l’accesso al sito tramite cellulare e così usufruire di tutta una serie di servizi offerti dall’Ateneo.
Sul fronte del fashion, tra i precursori H&M, che lo ha stampato sia sui manifesti che su molte etichette di prodotto mentre Fendi, Gucci e Ralph Lauren hanno seguito a ruota.
Google, invece, ha iniziato a usarlo sui biglietti da visita dei propri dipendenti: un clic con il telefonino  memorizza tutte le informazioni nella rubrica del cellulare e anche in quella del computer.

Anche in Italia sta diffondendosi e piace
In Italia l’avvio è stato lento. Tra gli antesignani Panorama, che ha cominciato a integrare il Qr code in alcune inserzioni pubblicitarie. Best Tours lo ha inserito nelle proprie pubblicità e su tutti i suoi cataloghi turistici. A Venezia Ibm li ha installati su alcuni monumenti: con un clic del cellulare i turisti possono sapere dove si trovano e che monumento stanno ammirando.
Interessante anche l’iniziativa del mensile Ciak che tramite un Qr code sulla copertina, ha iniziato a usarlo per consentire ai lettori di scaricare gratuitamente il trailer di Iron Man 2.
Per accedere al servizio, bastava scaricarsi il programma di lettura del Qr Code disponibile gratuitamente inviando un Sms a un certo numero telefonico. Dopo aver scaricato il software sul proprio cellulare, bastava inquadrare i codici presenti nelle pagine di Ciak con la fotocamera: il software legge il codice e connette istantaneamente il telefonino ai contenuti Web.
Oggi i Qr code sono diventati molto popolari: li troviamo stampigliati su riviste, poster, tovagliette nella ristorazione, opere d’arte, cartellonistica. Il  marketing ha imparato a usarlo inserendolo ovunque, a partire da capi d’abbigliamento (magliette, cappellini, borse) per promuovere attività di cross media advertising in luoghi pubblici e privati. La diffusione degli smartphone sta contribuendo sensibilmente a moltiplicare la diffusione del Qr code anche sulle confezioni dei prodotti che troviamo nei supermercati.

Le guide all’acquisto dei Crowdy Awards

 

Smartphone

Miglior telefono

Miglior Android

Miglior dual sim

Miglior fotocamera smartphone

Cellulari con migliore batteria

Smartphone più venduti

Smartphone economici

Smartphone di fascia media

 

Tablet

Miglior tablet

Miglior tablet Android

Miglior tablet Windows

Migliore iPad

Tablet economici

Tablet da 7 pollici

Tablet da 8 pollici

Tablet da 10 pollici

Tablet Amazon

Guida: quale tablet comprare

 

Portatili

Miglior portatile

Portatili economici

Portatili 2 in 1

Migliori ultrabook

Portatili professionali

Portatili per giocare

Portatili da 12 pollici

Portatili da 13 pollici

Portatili da 14 pollici

Portatili da 15 pollici

Portatili da 17 pollici

 

Droni

Miglior drone

Droni economici

Droni professionali

Droni con telecamera

Droni DJI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *