Tracciabilità Rfid nella sanità per ferri, strumenti chirurgici e dispositivi medicali. In sala operatoria l’automazione garantisce il servizio

In sala operatoria la tracciabilità Rfid potenzia i livelli di sicurezza e di servizio. I tag, infatti, consentono di automatizzare e rendere più efficiente il controllo delle corrette procedure di sterilizzazione, manutenzione, utilizzo e allocazione dei dispositivi medicali e degli strumenti chirurgici, garantendo la salute dei pazienti. A introdurre l’identificazione a radiofrequenza nelle sale operatorie italiane è una società di Spino d’Adda (Lo): Servizi Italia Medical (Sim).
tracciabilità-Rfid-sanità

 

Specializzata nel campo dei dispositivi medici, materiali di sterilizzazione e set procedurali, Sim opera come un gruppo d’acquisto e conta decine di referenze tra le più importanti realtà ospedaliere, nazionali e internazionali.
Per rendere più efficiente ed efficace la qualità dei servizi offerti, la società ha deciso di introdurre una tracciabilità Rfid, ingegnerizzando una serie di processi, incrementando efficienza ed efficacia. Il progetto ha previsto la realizzazione di un’applicazione che oggi semplifica e migliora la commercializzazione e la gestione dei vari set procedurali: dalla ricerca dei componenti alla composizione del kit, dalla richiesta di quotazione al fornitore all’approvazione del cliente finale, ordine al fornitore inclusa. Il sistema supporta anche tutta l’attività ospedaliera, fornendo ai responsabili di reparto le informazioni necessarie alla quantificazione economica e logistica dei consumi relativi agli interventi effettuati, garantendo tracciabilità Rfid (e rintracciabilità) di ogni dispositivo associato a una localizzazione puntuale e precisa per supportare al meglio la gestione e il controllo.

I vantaggi di una tracciabilità Rfid nella logistica sanitaria

sanità-RfidPerno tecnologico dello sviluppo, l’adozione della tecnologia Rfid associata ai tradizionali barcode nonché la realizzazione di un’applicazione basata su Web. Ideata e realizzata dal partner tecnologico Tenenga Alliance Group, la soluzione si chiama Start ed è sviluppata su due sezioni funzionali: amministrativa e di consultazione e servizio.
La parte commerciale supporta il personale Sim nell’inserimento di tutte le informazioni necessarie alla gestione dei kit: tabelle generali, anagrafica clienti e fornitori, anagrafica componenti (generali e fornitori), anagrafica dispositivi, customer book, gestione riordino. Dopo aver ricevuto le indicazioni dal cliente, Sim inserisce la codifica del kit selezionando i componenti che comporranno il set procedurale. Nella fase successiva il cliente procede con l’approvazione della configurazione che, in alcuni casi, può includere la modifica della composizione del prodotto. Ricevuta la conferma dell’ordine viene richiesta la quotazione al fornitore e successivamente viene fatto l’ordine di acquisto.
La tracciabilità Rfid porta valore aggiunto a tutti i processi in termini di precisione, velocità, efficienza e azzeramento degli errori risolvendo la parte commerciale e quella logistica, garantendo una storicizzazione che consente una reportistica avanzata. L’amministrazione ospedaliera può gestire i consumi per intervento tramite terminalino, barcode e tag velocizzando tutte le procedure di servizio.
Grazie a un’automazione avanzata, un sistema di alert avverte i responsabili del servizio nel caso di strumenti mancanti o altre informazioni importanti.
La tracciabilità Rfid oltre ad aumentare l’efficienza e quindi la sicurezza dei servizi in sala operatoria consente anche una rendicontazione esatta dei costi per intervento e dei consumi per intervento in un’ottica di salvaguardia e di spending review intelligente. La soluzione, per altro, consente di introdurre di volta in volta un nuovo oggetto o dispositivo con la semplice apposizione di una nuova etichetta Rfid o una codifica mediante barcode.

Tecnologia Wi-Fi e uso intelligente del servizio Gprs

start-sanità-RfidLa tracciabilità Rfid inizia dalla codifica di ogni singolo oggetto che compone un kit procedurale e risolta dagli operatori selezionando i componenti manualmente dall’anagrafica oppure utilizzando i codici a barre associati.
Il  realizzato anche un’applicazione per terminalini portatili che, leggendo i barcode e i tag associati ai dispositivi e ai set procedurali, registra i movimenti di scarico, aggiornando l’applicazione principale mediante connessione Gprs.
Per quanto riguarda i dispositivi ospedalieri, ognuno è associato a un barcode univoco e viene utilizzato dall’applicazione del terminalino per effettuare le registrazioni di scarico del materiale utilizzato durante gli interventi.
Alla sezione di consultazione accedono gli utenti dell’ospedale che possono visualizzare i consumi relativi ai singoli interventi, monitorando così gli aspetti economici e logistici.
I movimenti di scarico sono effettuati mediante lettura dei codici a barre o del tag nel caso dei kit procedurali presenti nel customer book. Al termine della rilevazione i dati vengono inviati al sistema centrale mediante connessione Gprs.
Il sistema sfrutta le migliori logiche del cloud e del software as a service, consente una gestione centralizzata da parte della direzione e aggiornata in tempo reale.